Skip to main content
x

Castelvecchio Subequo

Castelvecchio Subequo stands on a rock spur of Mount Putano, straddling the Marsicano, Peligno and Aquilano areas, a small but very rich artistic, historical and cultural village. Walking through the village and its surroundings, in fact, it is easy to come across buildings of architectural and cultural value, and in important archaeological sites: Castelvecchio, for example, preserves the archaeological heritage of the ancient Superaequum, one of the three most important cities of the Peligni. History, therefore, but also hospitality and know-how: here the traveler is welcome and will be received in the beauty of a village that is reborn and is focusing all on the recovery of ancient crafts, returning to be the jewel that has always been in past centuries.

 

Provincia: L'Aquila

CAP: 67024

Prefisso: 0864

Altitudine: 490

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.130497, 13.7307312

La Fontana medievale, posta ai piedi del paese, di fronte la Chiesa di S. Agata viene alimentata da una copiosa sorgente. La presenza della sorgente e i resti, nelle vicinanze, di due acquedotti romani che, rispettivamente, l'uno dal versante di Gagliano Aterno e l'altro da Forca Caruso portavano l'acqua in questa zona, lasciano supporre l'esistenza in epoca romana di un complesso termale.

Posto in alto a dominio di Castelvecchio Subequo, il Palazzo Castellano dei Conti di Celano presenta varie caratteristiche architettoniche che fanno supporre diversi tempi di realizzazione. Sul prospetto esterno si può notare una torre alla quale si è agganciato un edificio con una caratteristica loggetta.

All'inizio dell'abitato di Castelvecchio S. sorge la Chiesa di S. Francesco, fondata nel XIII con l'attiguo convento che conserva nella parte posteriore l'aspetto medievale, mentre la facciata barocca risale al 1647.

Situato all’interno della Riserva Naturale Regionale Gole di San Venanzio, l’eremo si trova in una splendida posizione in quanto è collocato tra le pareti delle Gole ed è interamente circondato di vegetazione, mentre affacciandosi dall’edificio si può vedere l’impetuoso fiume Aterno che scorre nella porzione sottostante.

Along the provincial road that connects Rocca di Mezzo to Secinaro, in an isolated but easily accessible area, nestled in a small plateau at about 1100 metres above sea level, on the slopes of the majestic ridge of Monte Sirente, the first meteoric impact crater was discovered in Italy. The visitor is presented as a small circular lake, about 1

Lungo la strada provinciale che collega Rocca di Mezzo a Secinaro, in una zona isolata ma facilmente raggiungibile, incastonato in un piccolo altipiano a circa 1100 metri di quota, alle falde della maestosa dorsale del Monte Sirente, è stato scoperto il primo cratere da impatto meteoritico in Italia.