Skip to main content
x

Su due ruote per conoscere l’Abruzzo

Pedalando su strade sterrate o campestri, avete l’occasione di conoscere anche gli angoli più nascosti dell’Abruzzo: antichi borghi, eremi e chiese, capanne in pietra e rocche medioevali. Tra salite e discese in Abruzzo potete trovare il circuito giusto da percorrere con la vostra mountain bike:

AVEZZANO – COLLE PELATO: facile - 33 km, una passeggiata rilassante
Una parte del percorso è su strada asfaltata e i sentieri sterrati sono scorrevoli. Da Avezzano (p.zza Risorgimento) si raggiunge il paese di Forme, dove potete approfittare del fontanile storico per rifornirvi di acqua. Da qui, dietro la strada del fontanile per via valle Lama, seguendo i sentieri del CAI verso il Velino si arriva al rifugio Casale Da Monte. Dopo una sosta si prosegue tra sentieri e pascoli fino quasi a Fonte Canale e poi fino a una piccola radura per raggiungere il sentiero tra gli alberi. Potete proseguire a piedi o fermarvi a godervi il panorama! Al ritorno se volete potete provare una variante passando per Alba Fucens.

SANTO STEFANO DI SESSANIO – ROCCA CALASCIO – Campo Imperatore: impegnativo - 54 km tra sterrati e asfalto
Da Santo Stefano di Sessanio, tra salite ripide di circa 3 km, si arriva a Rocca Calascio, dove visitare le rovine del castello. Si riprende la via sterrata verso Sessanio e dopo 5 km si raggiunge la S.P. 97 per Campo Imperatore. Seguendo la salita dopo 11 km si arriva alla piana di Campo Imperatore di fronte al Corno Grande del Gran Sasso. Al ritorno si scende tra sterrati poco indicati e sentieri di sassi e sabbia ma il panorama è così suggestivo che ne vale davvero la pena.

ALTOPIANO DELLE ROCCHE: medio - 34 km, una passeggiata tra i borghi delle rocche
Da Ovindoli si prende la S.P. verso Rovere e Rocca di Mezzo: tra piste ciclabili e asfalto si arriva a Terranera. Si torna a Rocca di Mezzo passando per i Piani di Pezza e si procede per circa 4 km su una salita non molto facile fino al Rifugio del Lupo. Da qui inizia una serie di sentieri sterrati in salita e discesa piuttosto impegnativi che riporta ad Ovindoli superando gli impianti di risalita dove comincia l’asfalto.

MONTE VALE DELLE CAPRARE – PESCASSEROLI: molto impegnativo - 25 km, faticoso ma di grandi soddisfazioni
Dal centro di Pescasseroli si percorre la strada asfaltata fino a Passo del Diavolo per poi imboccare la strada sterrata verso Vallone Lampazzo. Si giunge in una valle erbosa, ma i più allenati possono svoltare verso un sentiero più aspro fino a Monte Valle Caprara. Da qui parte una bella discesa su un manto erboso ricco di sassi, con pendenze a volte impegnative. Si arriva quindi su un sentiero molto più tranquillo, alternato da sassi e breccia aggrappante che si conclude con numerosi tornanti che riportano al centro di Pescasseroli.

Qualsiasi circuito scegliate ricordatevi di seguire alcune norme: non danneggiate la flora pedalando fuori dei percorsi o sui prati, non disturbate la fauna, non lasciate rifiuti in giro, rispettate la quiete dell’ambiente e degli altri visitatori e moderate la velocità. E per la vostra personale sicurezza indossate sempre il caschetto, scegliete l’itinerario adatto alla vostra preparazione fisica e prima di partire comunicate sempre a qualcuno quale circuito percorrerete.