Salta al contenuto principale
x

Spoltore

Dove si trova: Spoltore sorge su una delle ultime colline che si rincorrono dalla montagna al mare lungo il corso dei fiumi Pescara e Tavo. Fanno parte del Comune Villa Raspa, Santa Teresa, Caprara d'Abruzzo.

Perchè visitarlo: E’ uno dei borghi di impianto medievale più belli del Centro Italia e presenta caratteristiche archittettoniche del '400 e del '500 quando ha inizio la sua espansione. Il centro storico è percorso da innumerevoli “rue acquarie” che caratterizzano i quartieri più antichi. Nel punto più alto del borgo, da una terrazza del Castello Medievale,  si gode di una vista mozzafiato sulla vallata del Pescara, Chieti, Il Gran Sasso e la Majella. Il nome “Spoltore” potrebbe derivare dal tedesco “Spelt”, farro, la cui coltivazione era molto diffusa nel territorio.

Cosa vedere:

  • San Panfilo fuori le Mura, antico Convento dei Frati Osservanti Minori detti “zoccolanti” del XV sec., sorge un po'in periferia; sul portale della chiesa la data del 1488. Imponente l'ex convento con facciata in laterizio e zoccolatura in bugnato: colonnine, archetti acuti, bassi piastrini, cornici tortili sono gli elementi più interessanti. La chiesa, in origine era una grancia per la conservazione di attrezzi da lavoro e derrate alimentari durante i saccheggi. I frati apportarono elementi barocchi, affreschi e rinascimentali.
  • Nel centro abitato antiche costruzioni, finestre rinascimentali, torri merlate, mensole e balconi barocchi.
  • La Chiesa di S. Panfilo dentro le mura di origine antica, ristrutturata nel 1795; movimentata facciata con elementi "classici". Torre campanaria con merli a code di rondine e piramide ottagonale. Su di una porta laterale la data 1581. Interno baroccheggiante: tipici ornamenti, stucchi, festoni dell'arte secentesca. Statua lignea della Vergine in trono, del XIV sec., tele di pregio.

 

Cosa mangiare: i carciofi, coltura molto diffusa nel territorio,  alla base di tanti piatti tipici, “Ossi dei Morti”, un dolcetto secco alle mandorle della tradizione locale.

Sito web

(LT-03/12/2019)

 

Provincia: Pescara

CAP: 65010

Prefisso: 085

Altitudine: 219

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.4414803, 14.1349852

La chiesa della Beata Vergine Maria Lauretana, risalente al XVI secolo, sorge nei pressi del centro di Cappelle sul Tavo, addossata sul lato sinistro ai locali parrocchiali. Nel corso dei secoli ha subito diversi restauri e rifacimenti che ne hanno modificato l'aspetto originario.

 La Basilica fu costruita nel 1757 sul posto di una piccola cappella risalente al 1637. D'impianto neoclassico la caratteristica della basilica è la sua semplicità costruttiva, la naturalezza dei materiali, la proporzionalità delle forme.