Salta al contenuto principale
x

Barrea

C’è un momento del giorno in cui il sole illumina il pittoresco borgo, riflettendosi sulle acque blu del lago omonimo, e forse è lì che Barrea esprime tutta la sua magia, il suo essere borgo di montagna, una cosa sola con la natura che lo circonda. Arroccato su uno sperone roccioso, fa parte del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e il paesaggio che lo circonda è così bello da sembrare una cartolina: cime montuose, boschi di faggio, corsi d’acqua limpida, tutto questo rende Barrea meta ideale per gli amanti dell’escursionismo. Da qui inoltre partono sentieri che conducono al lago Vivo, al lago Pantaniello, al lago di Barrea e al rifugio Resuni. Cuore storico del borgo, invece, è il Castello, edificato tra il XI e il XII secolo, che racconta con la sua presenza la storia antica del territorio.

 

Provincia: L'Aquila

CAP: 67030

Prefisso: 0864

Altitudine: 1066

POSIZIONE GEOGRAFICA

41.7577553, 13.9890011

In the heart of the Abruzzo National Park and among the pristine peaks of the Apennines, there is the Lake of Barrea, which overlooks three delightful villages: Barrea, Villetta Barrea and Civitella Alfedena.

Nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo e tra le vette incontaminate dell’Appennino, si trova il Lago di Barrea su cui affacciano tre deliziosi borghi: Barrea,

Natural reservoir of morainic origin, elliptical in shape, about 150 m long and 200 m wide. It is located at an altitude of 1818 m., northeast of Mount Greco and is the second largest lake in the Apennines. Since 1972, it has been part of the State Nature Reserve Lake Pantaniello.

Invaso naturale di origine morenica, di forma ellittica, è lungo circa 150 m. e largo 200 m. È situato a un’altitudine di 1818 m., a nord-est del Monte Greco ed è il secondo lago per quota di tutto l’Appennino. Dal 1972, fa parte della Riserva Naturale Statale Lago di Pantaniello.

Established in 1976 within the Visitor Centre of the Park, it is a point of reference for the knowledge of the fauna area of the wolf. It illustrates the biological characteristics of this species, its living conditions in relation to the climate of the different seasons, the history of its difficult relationship with man.

Istituito nel 1976 all'interno del Centro Visite del Parco si propone come punto di riferimento per la conoscenza dell'area faunistica del lupo. In esso sono illustrati i caratteri biologici di questa specie, le sue condizioni di vita in relazione anche al clima delle diverse stagioni, la storia del suo difficile rapporto con l'uomo.

Si tratta di un sentiero molto semplice al centro dell'abitato di Civitella Alfedena, dal quale si può ammirare un ampio panorama che comprende il lago di Barrea con il paese omonimo e l'imponente monte Mattone con il caratteristico bosco di "pini neri" di Villetta Barrea.

E' una escursione impegnativa solo nel tratto iniziale che attraversa pascoli montani. Qui si ha un ampio e vasto panorama su tutta la catena delle Mainarde e sui monti del Parco fino al Petroso. Notevole anche la veduta che si ha su gran parte della Foce di Barrea. Nella seconda parte il sentiero si addentra in boschi di faggio intervallati da ampie radure e praterie montane.

Il Museo Internazionale della donna nell'arte - MIDA - (unico in Italia ed in Europa), ha sede Presso il Comune di SCONTRONE, piccolo Borgo di 200 abitanti,e  ha in dotazione fin'ora 100 opere di pittura, scultura, fotografia, di cento Artiste provenienti da 35 Paesi del Mondo.

E' una facile passeggiata che consente una bellissima veduta sulla foce di Barrea. Il sentiero inizia dall'abitato di Scontrone e cammina sempre in falsopiano, attraverso prati e campi. Si possono ammirare i luoghi di interesse naturalistico e animali forestali e montani. Se si è fortunati si possono avvistare cervi, caprioli e l'aquila reale.

The Museum is a place of study and documentation on the phenomenon of transhumant sheep-farming, a key sector of the local economy and of the whole of Abruzzo until the recent past. Interesting explanatory panels illustrate synthetically, but with great didactic effectiveness, the various historical, social and cultural aspects and the systems of life and work.

Il Museo si propone come luogo di studio e documentazione sul fenomeno della pastorizia transumante, settore portante dell'economia locale e di tutto l'Abruzzo interno fino al recente passato. Interessanti pannelli esplicativi ne illustrano sinteticamente, ma con grande efficacia didattica, i vari aspetti storico-sociali e culturali e i sistemi di vita e di lavoro.

Lake Montagna Spaccata is the result of a barrier for the production of electricity and is powered by Rio Torto. Fishing is permitted subject to prior authorisation. The nature that surrounds it is intense and suggestive, frequent sightings of wolves, wild boars, bears, chamois and deer.

Il Lago Montagna Spaccata è frutto di uno sbarramento per la produzione di energia elettrica ed è alimentato dal Rio Torto. È consentita la pesca previa autorizzazione. La natura che lo circonda è intensa e suggestiva, frequenti gli avvistamenti di lupi, cinghiali, orsi, camosci e cervi.

La Chiesa dei  SS. Pietro e Paolo risale al sec. XIII, più volte rimaneggiata e semidistrutta dalle bombe è d'impronta romanica, alquanto larga e a coronamento orizzontale. Il portale è affiancato da due arcate cieche; in alto finestra circolare a strombo.

The Museum houses the famous collections from the sanctuaries and the Samnite necropolis of Alfedena.

Il Museo ospita le celebri raccolte provenienti dai santuari e dalle necropoli sannite di Alfedena.

"The blue veins of the Earth", with this name, Villetta Barrea and the Ente Parco Nazionale D'Abruzzo, wanted to emphasize the importance of water by creating a museum. The structure is equipped with 12 panels that exhaustively explain both the water system of the Park and the typical aquatic flora and fauna.

"Le vene azzurre della Terra", con questo nome, Villetta Barrea e l'Ente Parco Nazionale D'Abruzzo, hanno voluto rimarcare l'importanza dell'acqua creando un museo. La struttura è dotata di 12 pannelli che esplicano in maniera esaustiva sia il sistema idrico del Parco che la flora e la fauna acquatica tipica.