Salta al contenuto principale
x

Chiesa San Francesco della Scarpa -Sulmona (AQ)

La sua fondazione è antichissima, antecedente all'anno mille, seppur in forme modeste. Fu ampliata e arricchita da Carlo D'Angiò nel 1290 tanto da essere famosa in tutto il regno per maestosità e mugnificenza. Ristrutturata più volte nei secoli successivi, a causa dei frequenti e disastrosi terremoti, oggi offre ancora una bella facciata tardo-gotica a cui è venuto a mancare il rosone traforato. Il portale è ad arco a sesto acuto con resti di affresco della Madonna del latte tra angeli e devoti. Rovinarono anche il campanile e l'area presbiteriale, di cui restano avanzi del perimetro poligonale dell'abiside col monumentale portale laterale inserito nei resti del complesso absidale che si affaccia su Corso Ovidio a formare un insieme altamente scenografico. Il magnifico portale, fortemente strombato, si compone si sei colonne per lato poggiate su un robusto zoccolo e ricurvate al di sopra dei capitelli finemente lavorati a formare l'arco a tutto sesto. La lunetta affrescata nel primo cinquecento con l'immagine della Madonna con bambino tra San Francesco e la Maddalena. Il Complesso conosciuto oggi col nome di "Rotonda" si apre su  un cortile interno circolare in cui si affacciano diversi ambienti adibiti solitamente a mostre ed esposizioni.  L'interno della chiesa, impreziosito dagli stucchi di Pietro Piazzoli e di altri maestri lombardi, conserva sulla parete di controfacciata l'organo di Domenico Antonio Fedele da Camerino del 1754, incorniciato da un'esuberante mostra in legno intagliato, un Crocifisso ligneo del quattrocento e resti di affreschi tardotrecenteschi. Sulla destra è situato l'altare dei lombardi con la bella Pala della Visitazione di Giovanni Paolo Olmo del '500.

 

Chiesa San Francesco della Scarpa Via Mazara CAP 67039 Sulmona (AQ) SULMONA
Tags

42.0478629, 13.9245858