Salta al contenuto principale
x

Crognaleto

All'interno del parco nazionale del Gran Sasso-Monti della Laga, Crognaleto (da crognale, corniolo), con i suoi 1105 metri di altezza, è uno dei paesi più alti della zona e conserva due belle testimonianze del fervore religioso che animava gli abitanti di queste sperdute valli. Il borgo ottenne l'autonomia comunale dopo il 1813, perchè prima di allora era soltanto una delle ville di cui si costituiva l'ampio territorio denominato Montagna di Roseto. La piccola chiesa di Santa Caterina, del 1500, si trova all'interno del paese, mentre sulla rupe che sovrasta il centro abitato è arroccata la pittoresca chiesina della Madonna della Tibia con il bell'altare barocco in legno dipinto e dorato, fu costruita nel 1617 e affiancata da una piccola osteria per il riposo dei pellegrini che osavano affrontare queste impervie valli. Nella frazione di Alvi di Tottea è interessante la chiesa di Santa Maria Apparens con affreschi del XIV - XV secolo restaurati negli anni '80 e in quella di Paladini vi sono i resti di un ponte romano che, tuttavia, la tradizione locale attribuisce agli eroi di Carlo Magno. A Frattoli è di grande interesse la Chiesa di San Giovanni Battista e a Poggio Umbricchio la Chiesa Parrocchiale della Madonna di Loreto. A Cesacastina, altra frazione del comune, la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo e nelle immediate vicinanze, a Colle Morello, vi sono case in pietra con motti e versetti sacri incisi sugli architravi di porte e finestre. Nell'area dei Monti della Laga, a Rocca Roseto, antichissimo fortilizio-osservatorio militare molto bel conservato e di particolare suggestione. 

Maggiori approfondimenti QUI 

 

Provincia: Teramo

CAP: 64043

Prefisso: 0861

Altitudine: 1105

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.5870003, 13.4900013

Prossimi Eventi

Collocata scenograficamente su uno sperone roccioso, La piccola chiesetta custodisce al suo interno un altare barocco ligneo dipinto e dorato tardo-seicentesco ed una statua in legno di Madonna con Bambino detta "la paesana". La leggenda narra che la chiesa fu fatta edificare nel 1617, per grazia ricevuta, da un facoltoso commerciante di bestiame di Amatrice che, caduto da cavallo e fratturatos

Sul leggero declivo al margine dell'altura sono presenti i resti dell'insediamento altomedioevale, che si estendono su una superficie di circa 35.000 mq. L'antico "vicus" è articolato su una serie di terrazzi, presenta unità insediative di varie dimensioni e tipologie. L'origine dell'insediamento risale circa al III secolo a.C. e sono presenti dei resti databili fino al VI secolo d.C.

Senarica è un piccolo villaggio abruzzese dell'alta valle del fiume Vomano, adagiata su di un costone di roccia che si impone sulla gola serpenteggiante del fiume, immerso nel verde prepotente dei boschi del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nel distretto della Strada Maestra.