Salta al contenuto principale
x

Fiume Aventino

Il fiume Aventino nasce sul versante nord-orientale del Monte Porrara, dal gruppo di Sorgenti di Capo di Fiume nel territorio comunale di Palena, in provincia di Chieti e attraversa il Parco Nazionale della Majella, scorrendo per circa 45 km. Nel suo percorso tocca i comuni di Lettopalena, Taranta Peligna, Colledimacine, Lama dei Peligni, Gessopalena, Civitella Messer Raimondo e Casoli per sfociare nelle acque del Sangro, il secondo fiume in Abruzzo per lunghezza. Grazie all’intervento dell’uomo, le sue acque confluiscono nel Lago artificiale Sant’Angelo (detto anche di Casoli).

Caratteristico per le sue acque limpide e trasparenti, circondato da una natura incontaminata e a tratti selvaggia, nel suo corso raccoglie diversi torrenti e corsi d’acqua tra i quali quello del Verde, noto per le sue acque utilizzate nella produzione di pasta a Fara San Martino, contraddistinguendosi per il carattere torrentizio che lo rende una importante palestra per la pratica del rafting. La sua portata cambia a seconda del periodo, per cui la stagione migliore per navigarlo è quella tardo primaverile ed estiva.

41.9766256, 14.1324211