Salta al contenuto principale
x

L'Abruzzo un set cinematografico

Dietro le  montagne, le piazze, i castelli,i paesi, le città  i casolari che vediamo in alcune scene di film famosi  può celarsi la  nostra terra : l'Abruzzo.
Infatti i nostri paesaggi , gli scorci, i paesi e le città  sono stati l'ambientazione di film importanti  di autori famosi. 
Il cinema ha scelto la nostra terra come location  e poi  ha piazzato qui  le cineprese,  per filmare  uno scenario naturale , ricco di suggestioni, denso di ispirazioni nato per essere fotografato , filmato, illuminato.

Era il  1954  quando Federico Fellini sceglieva   il   paesino  di Ovindoli  per girare  alcune scene del film "La strada"  davanti  agli abitanti  del piccolo centro che guardavano incuriositi e sbalorditi  il grande maestro" . Nel 1956  si girava  a Scanno "Uomini e lupi" e nel 1985  veniva girato, tra le rocce e le pietre  del castello di Calascio,   "Lady Hawk"  una   favola di grande successo con la bellissima Michelle Pleiffer.   

La sconfinata piana di  Campo Imperatore, posta a 1800 metri di altitudine,   è stato il set  di molti film  di successo : "Il deserto dei Tartari"di Valerio Zurlini, girato sull'altopiano immaginando di essere ai confini con il Mar Nero, "Il nome della rosa" ,"King David",  "Così è la vita" con Aldo,Giovanni e Giacomo che ha come sfondo le vette del Gran Sasso nelle scene finali  e  la serie di "Trinità"  con Bud Spencere e Terence Hill. Nel 2007, nel Parco Nazionale d'Abruzzo è stato girato lo splendido film francese "La volpe e la bambina",. Tra le stradine di Santo Stefano, borgo  medievale ai piedi del Gran Sasso, tra le case di pietra strette l'una all'altre, è stato girato "Una pura formalità"  con Gerard Depardieu,  "Porzus"  un   film sulla resistenza  e "la Maledizione dell'agave"  di  Riccardo Milani. A Pescocostanzo e ad Alfedena furono girate nel 1961 molte scene de "I Briganti italiani" con Rosanna Schiaffino e Vittorio Gassman, sempre a Pescocostanzo "Straziami ma di baci saziami" con  Nino Manfredi e nella splendida natura degli Altipiani Maggiori Celentano ambientò in parte "Joan Lui"; a Barrea nello scenario incantevole del lago sono state  girate  scene  del film   "La messa è finita" di Nanni Moretti. Le nostre città poi, con i loro monumenti, sono state il set ideale di molti film  "Parenti serpenti", "Fontamara"  girati per le strade di  Sulmona mentre  L'Aquila ,  ha visto, soprattutto negli ultimi anni  diverse produzioni interessanti con film di giovani registi ed autori affermati come "Anche libero va bene" con Kim Rossi Stuart  "Guardiani delle Nuvole" , "Il viaggio della sposa",  "Ai piedi della montagna" "Il sole anche di notte" dei fratelli TavianiTra settembre e novembre 2009 Sulmona e Castel del Monte sono  stati set cinematografici internazionali per il film "The American" con George Clooney.

Oltre al cinema  numerose fictions televisive dei nostri giorni hanno avuto come ambientazioni i paesaggi  delle nostre  città.  La televisione  da tempo ha scoperto l'Abruzzo, basti ricordare lo sceneggiato di Schivazzappa nel 1972 " Vino e pane" tratto dall'omonimo libro di Silone, realizzato per gran parte nel centro storico di Pescocostanzo. Spesso, in molti video-musicali,  riconosciamo gli scenari dell'Altopiano di Campo Imperatore.
Una Regione, che ha messo a disposizione del cinema e della televisione la nobiltà del suo paesaggio, la sobrietà e l'eleganza dei borghi e dei centri abitati, i  castelli, gli scorci che registi famosi e giovani talenti hanno voluto immortalare nella magia della celluloide.