Salta al contenuto principale
x

Scontrone

Scontrone è un borgo che ha una doppia anima, storia antica e arte moderna, attaccamento alle radici e voglia di inventarsi un futuro. Come la sua essenza, anche la struttura del borgo è doppia: il comune è situato nella parte più alta dell’abitato, nella parte più storica, mentre la frazione Villa Scontrone si trova a valle, sul fiume Sangro. Nel borgo antico spicca evidente l’intreccio fra l’impronta medievale e l’arte contemporanea: qui infatti si possono ammirare meravigliosi murales e sculture, che impreziosiscono il paese. Infine, Scontrone ha, sempre un ambito artistico, un progetto molto ambizioso: vuole diventare la Casa delle Muse, diffondendo l’arte in tutti i suoi aspetti, dalla musica al teatro, dalla poesia alla pittura fino ad arrivare all’arte multimediale.

 

Provincia: L'Aquila

CAP: 67030

Prefisso: 0864

Altitudine: 1038

POSIZIONE GEOGRAFICA

41.746593, 14.0389715

E' una escursione impegnativa solo nel tratto iniziale che attraversa pascoli montani. Qui si ha un ampio e vasto panorama su tutta la catena delle Mainarde e sui monti del Parco fino al Petroso. Notevole anche la veduta che si ha su gran parte della Foce di Barrea. Nella seconda parte il sentiero si addentra in boschi di faggio intervallati da ampie radure e praterie montane.

E' una escursione impegnativa solo nel tratto iniziale che attraversa pascoli montani. Qui si ha un ampio e vasto panorama su tutta la catena delle Mainarde e sui monti del Parco fino al Petroso. Notevole anche la veduta che si ha su gran parte della Foce di Barrea. Nella seconda parte il sentiero si addentra in boschi di faggio intervallati da ampie radure e praterie montane.

E' una facile passeggiata che consente una bellissima veduta sulla foce di Barrea. Il sentiero inizia dall'abitato di Scontrone e cammina sempre in falsopiano, attraverso prati e campi. Si possono ammirare i luoghi di interesse naturalistico e animali forestali e montani. Se si è fortunati si possono avvistare cervi, caprioli e l'aquila reale.

Il Museo ospita le celebri raccolte provenienti dai santuari e dalle necropoli sannite di Alfedena.

Resti di mura ciclopiche di abitato risalenti dal VII al III sec. a.C. E' necessario percorrere un sentiero a piedi per raggiungere il sito.

Lake Montagna Spaccata is the result of a barrier for the production of electricity and is powered by Rio Torto. Fishing is permitted subject to prior authorisation. The nature that surrounds it is intense and suggestive, frequent sightings of wolves, wild boars, bears, chamois and deer.

Il Lago Montagna Spaccata è frutto di uno sbarramento per la produzione di energia elettrica ed è alimentato dal Rio Torto. È consentita la pesca previa autorizzazione. La natura che lo circonda è intensa e suggestiva, frequenti gli avvistamenti di lupi, cinghiali, orsi, camosci e cervi.

La Chiesa dei  SS. Pietro e Paolo risale al sec. XIII, più volte rimaneggiata e semidistrutta dalle bombe è d'impronta romanica, alquanto larga e a coronamento orizzontale. Il portale è affiancato da due arcate cieche; in alto finestra circolare a strombo.

In the heart of the Abruzzo National Park and among the pristine peaks of the Apennines, there is the Lake of Barrea, which overlooks three delightful villages: Barrea, Villetta Barrea and Civitella Alfedena.

Nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo e tra le vette incontaminate dell’Appennino, si trova il Lago di Barrea su cui affacciano tre deliziosi borghi: Barrea,

Natural reservoir of morainic origin, elliptical in shape, about 150 m long and 200 m wide. It is located at an altitude of 1818 m., northeast of Mount Greco and is the second largest lake in the Apennines. Since 1972, it has been part of the State Nature Reserve Lake Pantaniello.

Invaso naturale di origine morenica, di forma ellittica, è lungo circa 150 m. e largo 200 m. È situato a un’altitudine di 1818 m., a nord-est del Monte Greco ed è il secondo lago per quota di tutto l’Appennino. Dal 1972, fa parte della Riserva Naturale Statale Lago di Pantaniello.

Il castello di Barrea, datato XI\XII secolo, domina l'intera valle ed è il simbolo del potere feudatario. È caratterizzato da una torre a pianta quadrata e una a pianta circolare del XV secolo collegate da una cinta muraria fortificata. Il monumento è utilizzato come sede per gli eventi culturali del paese.

Il castello di Barrea, datato XI\XII secolo, domina l'intera valle ed è il simbolo del potere feudatario. E' caratterizzato da una torre a pianta quadrata e una a pianta circolare collegate da una cinta muraria fortificata. Il monumento è utilizzato come sede per gli eventi culturali del paese.

Per informazioni Comune 0864/88114 - www.comune.barrea.aq.it