Direkt zum Inhalt
x

L'Aquila

La città dell'Aquila è situata nel centro della conca omonima chiusa da un lato dal Gran Sasso e dal Velino Sirente dall'altro.Tale conca è attraversata dal fiume Aterno. La città nasce dalla volontà di un gruppo di feudatari che chiesero al Papa Gregorio IX la concessione di fondare una città sul colle che si stendeva tra Amiternum e Forcona.I numerosi castelli sparsi sui pendii circostanti la nuova città, a poco a poco edificarono case, chiese, fontane e piazze, creando il primo nucleo dell'Aquila, nome derivante dalle numerose sorgenti d'acqua che nascevano in loco e che poi alimentarono la Fontana delle 99 Cannelle alla Rivera. Nel 1254, l'Imperatore Corrado IV riconobbe ufficialmente L'Aquila con un diploma ma dopo la distruzione operata da Manfredi nel 1259 fu Carlo D'Angiò a partire dal 1265 a disporre l'edificazione e la ricostruzione della città la quale con il benestare del re, si trasformò e crebbe rapidamente.Nel 1272, cominciò l'edificazione delle mura cittadine e in questo periodo, venne costruita la Basilica di S. Maria di Collemaggio, dove il 29 agosto 1294, venne incoronato Papa, Pietro da Morrone, con il nome di Celestino V, alla presenza di Carlo II D'Angiò Nel XV secolo, nella città dell'Aquila, fu istituita l'Università e nel 1481 Adamo da Rottweil, allievo del Gutemberg, aprì una tipografia e le fu concesso di battere moneta.All'inizio del'500, la lotta tra i francesi e gli spagnoli per il possesso del Regno di Napoli, si estese alla città dell'Aquila, la quale si schierò a fianco dei primi, subendo terribili rappresaglie, da parte di Filiberto d'Orange, generale di Carlo V e viceré di Napoli. La città fu messa a soqquadro e gli abitanti furono condannati a versare denaro e a lavorare nella costruzione di una possente fortezza " Ad reprimendam audaciam Aquilanorum" (Forte Spagnolo). In seguito, iniziò per la città un periodo di squallore che la fece sprofondare nella decadenza economica che si accentuò anche a causa di carestie, peste e di un terribile terremoto nel 1703. Partecipò attivamente ai moti rivoluzionari per l'unità d'Italia e nel 1860, dopo un plebiscito, Aquila degli Abruzzi divenne capoluogo di regione. Dopo il terremoto del 1915 e durante il ventennio fascista l'Aquila assunse anche un aspetto moderno con la costruzione di nuovi quartieri, strade ed opere pubbliche.La città è sede di un'Università formata da diverse facoltà: lettere e filosofia, ingegneria, scienze, medicina e chirurgia, economia e commercio.Oltre ad essere una città ricca di storia, arte e cultura, L'Aquila offre sport connessi alla sua vicinanza con il Gran Sasso. A causa del sisma del 2009 il centro storico della città è stato gravemente danneggiato insieme ai suoi principali monumenti. Attualmente, seppur in gran parte transennato, è visitabile.

 

 

Provincia: L'Aquila

CAP: 67100

Prefisso: 0862

Altitudine: 714

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.3498479, 13.3995091