Direkt zum Inhalt
x

Tossicia

Dove si trova: immersa nel verde delle colline teramane, Tossicia sorge su uno sperone incastonato tra due torrenti ai piedi del Gran Sasso, all’interno dell’area del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga a 409 m slm . 

Perchè visitarlo: Le origini del borgo si perdono nella leggenda, fu a lungo feudo degli Orsini, prima di seguire le vicende della Valle Siciliana di cui fu capitale sotto il dominio dei Mendoza. Il paese appare prevalentemente costruito e restaurato in pietra locale con edifici elevati nel periodo compreso tra il Settecento e l'Ottocento. Nel tessuto urbano che si dipana fra vicoli e piccole strade a gradinata, punteggiate da balconi e terrazze, si trovano numerose abitazioni medioevali con le insegne della famiglia Orsini e bifore, architravi fregiati con stemmi gentilizi ed alcune architetture che risalgono al XV e al XVI secolo. Il paesaggio che lo circonda ha caratteristiche prevalentemente collinari e montuose, ricoperte da aree pascolive e boscose, solcate da numerosi corsi d'acqua che confluiscono nei fiumi Vomano e Mavone. Legati alle loro tradizioni, gli artigiani tossiciani sono famosi per la lavorazione del rame.

Cosa vedere: 

  • Chiesa di Santa Sinforosa o di Santa Maria Assunta, monumento più antico del borgo, sorge nella zona più alta del paese, in piazza Sant'Emidio. Consacrata nell'anno 1438 è dedicata a santa Sinforosa, patrona di Tossicia. L'intera costruzione, ristrutturata in varie epoche, è stata elevata con la posa in opera di materiale laterizio e blocchi di pietra a vista;
  • Chiesa di Sant'Antonio Abate, con il grande portale gotico (1471) di Andrea Lombardo ed un Crocifisso forse spagnolo;
  • Palazzo Marchesale, edificio rinascimentale, oggi sede del Municipio
  • Chiesa Madonna della Neve, sita fuori dall' abitato, aperta sul davanti con un arco di stile rinascimentale (XVI secolo);
  • Borgo di Azzinano, famoso in tutt'Italia per i murales naif che, con colori vivacissimi, caratterizzano i muri delle case rendendo il borgo un museo a cielo aperto. Di anno in anno artisti provenienti da tutta Italia arricchiscono le pareti esterne delle case del borgo soprattutto durante la manifestazione “I muri raccontano… i giochi di una volta” che si tiene ogni anno. Azzinano ha dato i natali ad Annunziata Scipione, una delle più importanti pittrici naif italiane. Il Comune di Tossicia ha dedicato una sala del Museo Etnografico ad un gruppo di sue opere.

Cosa mangiare: Timballo, spaghetti alla chitarra con pallottine, scrippelle m'busse, primi a base di porcini e tartufo.  Arrosticini di castrato, carne cotta alla brace, mazzarelle.  Dolci: Natale: calcionetti e sfogliate. Pasqua: pizza di pasqua e taralli.

Fa parte di: Borghi dipinti d'Italia

By Infinitispazi - Own work, CC BY-SA 3.0

www.comune.tossicia.te.it/

(AMM-31/01/2020)
(LT 18/02/2020)

Provincia: Teramo

CAP: 64037

Prefisso: 0861

Altitudine: 409

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.5465826, 13.6479915