Direkt zum Inhalt
x

Santuario della Scala Santa - Campli (TE)

Situato dietro Palazzo Farnese, accanto alla trecentesca Chiesa di San Paolo, il Santuario della Scala Santa richiama ogni anno migliaia di devoti.
Fu Papa Clemente XIV ad attribuire, il 21 gennaio 1772, il privilegio della Scala Santa alla città di Campli, grazie al paziente lavoro diplomatico dell'avvocato Gianpalma Palma. I 28 gradini in legno, da salire pregando in ginocchio, donano ai fedeli l'assoluzione dei propri peccati e, in alcuni giorni dell'anno, l'Indulgenza Plenaria con lo stesso valore di quella che si ottiene sulla Scala Santa di Roma. Affascinanti le simbologie della Scala e della decorazione. Si sale tra sei dipinti che raccontano i momenti della Passione di Cristo per ripercorrere le tappe di Gesù verso la croce e riviverne, simbolicamente la sofferenza. Nel Sancta Sanctorum è l'altare del Salvatore, l'unico in grado di liberare il peccatore dal peso delle sue miserie. Dopo aver reso omaggio ai ritratti di Papa Clemente e a Sant'Elena, l'uomo nuovo, il credente purificato nella sua anima, scende finalmente verso la luce del giorno, ora in piedi, accompagnato dalle scene gioiose della Resurrezione ed angioletti sorridenti affacciati dal tetto. Quello della Scala Santa è un rito religioso di grande importanza, legato ad una tradizione suggestiva pur se priva di fondamento storico, secondo la tradizione fu infatti Gesù, salendo e scendendo il Pretorio di Pilato, a consacrare la pietra dei gradini con il suo sangue.

I giorni di Indulgenza Plenaria al Santuario della Scala Santa:

  • tutti i venerdì di Quaresima (su concessione della bolla di Papa San Giovanni Paolo II del 14 gennaio 2000
  • terza domenica di Pasqua (dai primi Vespri del sabato ai Vespri del lunedì)
  • La storica Processione del Venerdì Santo a Campli: sera del Venerdì di Pasqua.

 

(LT 18/02/2020)

 

0861-56148

Largo San Paolo CAP 64012 CAMPLI (TE) CAMPLI
info@scalasantacampli.it

3338100562 - 0861 5601207 - 3288732772

Tags

42.7265738, 13.6872248