Direkt zum Inhalt
x

Pollutri

Pollutri, situato tra le valli del Silento e dell’Osento, tra colline coltivate ad ulivi, è un comune di origine alto-medievale e il suo sviluppo è legato alla fondazione nel 1015 dell’Abbazia benedettina di San Barbato. Fu feudo dei Caldora nella prima metà del XV secolo, quindi dei di Capua e dei d’Avalos. Il borgo antico è particolarmente suggestivo con i suoi caratteristici passaggi, sottoportici, scalinate e vicoli ciechi. Il culto di San Nicola a Pollutri è molto intenso e profondamente radicato nella popolazione tanto che al Santo patrono vengono dedicate, nel corso dell'anno, due feste: la prima domenica di maggio, a ricordo dell'arrivo delle reliquie a Bari, e il 6 dicembre, dies natalis del santo. 
Nel suo territorio, a circa 5 km dal mare, si trova il Bosco di Don Venanzio, uno degli ultimi lembi di foresta planiziaria della costa adriatica, protetto dal 1999 con l’istituzione di una Riserva Naturale.

 

Provincia: Chieti

CAP: 66020

Prefisso: 0873

Altitudine: 180

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.1375942, 14.5935669