Skip to main content
x
Di Ra Boe / Wikipedia, CC BY-SA 3.0 de, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=11981812

Collegiata S. Michele Arcangelo - Città S. Angelo (PE)

La chiesa madre della città, col titolo di collegiata dal 1353, sorge al posto dell'antica del IX secolo, edificata in forme due-trecentesche.

La facciata principale è occupata dalla grande torre campanaria della tipologia diffusa nel Quattrocento nell'Abruzzo aprutino da Antonio da Lodi, mentre il fianco destro, percorso da un lungo porticato del XV secolo con arcate ogivali rette da colonnine, si affaccia arioso sulla piazza.

Nel tratto di porticato che si interrompe, o meglio che venne demolito nel Settecento, fa bella mostra il portale del 1326 di scuola atriana con l'immagine di San Michele Arcangelo nella lunetta e resti di un ambone del IX secolo.

L'interno, a due navate, conserva pregevoli altari settecenteschi in legno e stucco. Interessante è il sarcofago del vescovo di Penne Amico di Buonamicizia, morto nel 1467. La tomba, posta in alto, è retta da mensole con angeli che sostengono la cassa con l'arme del defunto e la figura del vescovo giacente.

Il portale, pertinente ad una ricostruzione trecentesca, è decorato con un ciclo di figure simboliche e reca la data del 1326.

L'edificio conserva notevoli resti di un pulpito alto-medioevale in pietra, databile tra il VII e VIII secolo.

Alla Collegiata è legata una indulgenza plenaria lucrabile la terza domenica di settembre.

L.T. 29-12-2020

ph: Di Ra Boe / Wikipedia, CC BY-SA 3.0

Corso Vittorio Emanuele, Città S. Angelo (PE)

42.5184172, 14.0595493