Skip to main content
x

L'abetina di Rosello e la Cascata del Rio Verde

Raggiungiamo Quadri pochi chilometri dopo Villa Santa Maria, percorrendo la superstrada che attraversa la Valle del Sangro e che dall' Adriatico conduce a Castel di Sangro, per una pedalata di grande interesse naturalistico. Partendo dalla zona archeologica di Quadri, proseguiamo per meno di un chilometro in direzione Castel di Sangro e svoltiamo a sinistra per Borrello, che raggiungeremo dopo circa 5 Km di strada in leggera salita. Al bivio all'entrata del paese, nelle vicinanze di una fontana del 1919, svoltiamo per Rosello, e a circa 1,5 km incontriamo sulla sinistra le indicazioni per le cascate del rio Verde; le seguiamo e dopo poche centinaia di metri di strada brecciata, se svoltiamo a destra, raggiungiamo prima un'area picnic sulle rive del Rio Verde, e poi, oltrepassato un ponticello in legno, saliamo al vicino osservatorio posto sopra le cascate: una balconata su tutta la valle del Sangro e su tutti i suoi paesini. Per accedere invece al punto di osservazione delle cascate, al bivio precedente seguiamo la strada in discesa e poi scendiamo la ripida ma sicura scalinata che termina di fronte alla grandiosa ed impervia cascata perenne alta più di 200 metri. Ancora in sella, e questa volta in direzione dell'Abetina di Borello, raggiungibile tornando indietro verso il paese e svoltando a sinistra seguendo l'indicazione. Percorriamo la stradina asfaltata in leggera salita tenendoci sulla destra ai due bivi che incontreremo; ai pascoli si sostituiscono boschi sempre più fitti, all'inizio solo di faggi, poi misti di faggi ed abeti bianchi, ed infine dopo una breve discesa, in prossimità di Pescopennataro, solo di abeti bianchi, grandiosi alberi alti anche più di 50 metri e con diametro fino a 3 metri. Qui conviene scendere dalla bici, abbandonare la stradina asfaltata ed inoltrarsi nella conifera, in un paesaggio da grande foresta del Nord Europa. Le fioriture che si susseguono dall'inizio della primavera, insieme a tutte le altre varietà di vegetazione presenti, rappresentano un vero paradiso per i botanici, così come i numerosi rapaci e i più piccoli tordi, colombelle , fringuelli e cince faranno la gioia non solo degli ornitologi, ma anche di tutti gli amanti della natura. E a pochi chilometri da Borrello, un'altra abetina di 170 ettari; quella dell' Oasi Naturale di Rosello, sorta per iniziativa del WWF a tutela di questi bellissimi boschi di abete che nel passato sono stati oggetto di tagli indiscriminati e che nell' Appennino Centrale sono localizzati esclusivamente in questa zona del medio Sangro, ai confini tra l' Abruzzo e il Molise.

Caratteristiche: percorso facile, periodo consigliato:tutto l' anno Quota: da 700 a 570 e 950 metri Sviluppo: 10 Km fino alle cascate del Rio Verde; 5 Km da Borrello all'Abetina. Dislivello: 380 metri Tempo : 2 ore

Dislivello: 380 m

Lunghezza Km: 15

Durata: 2 h

Richiedi informazioni per questo itinerario
CAPTCHA Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici. Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

41.8921252, 14.3442794