Skip to main content
x

Farindola

Dove si trova:  Farindola (PE) si distende lungo il versante sud-orientali della catena del Gran Sasso d'Italia. Il territorio comunale varia da quote collinari poste a circa 250m fino alle quote di montagna del Monte Siella (2077 m) e del Monte San Vito (1892 m).

Perchè vistarlo: Il borgo risalente al neolitico, governata dai Normanni in epoca medievale, gode di un’ampia panoramica sulle valli vestine e di una superba vista sul massiccio del Gran Sasso di cui rappresenta una nota porta d'accesso in località Rigopiano da cui si può raggiungere anche Campo Imperatore e il comune di Castelli. Il comune rientra nel comprensorio della Riserva regionale Voltigno e Valle d'Angri. Il centro storico è caratterizzato da case antiche in pietra e numerose e suggestive scalette che percorrono l'intero borgo. Diverse sono le capanne a tholos presenti in località Rigopiano, lungo le vie dei tratturi. Tra le vie e le piazze del centro storico nei primi cinque giorni del mese di agosto si svolge la “Sagra del Pecorino di Farindola”, con numerosi e variegati appuntamenti e più di 20 piatti tipici e la partecipazione di chef stellati.

Cosa vedere:

  • Valle D'angri: un paesaggio naturale straordinario attraversato dal fiume Tavo tra Monte San Vito e Monte Bertonauna verde vallata alla confluenza dei crinali dei monti S.Vito e Bertona attraverso cui si raggiunge la Piana di Campo Imperatore e la Piana del Voltigno.
  • la Grotta Bocca dell'Inferno attraversata dal fiume che sfocia poi in una cascata di quasi 30 metri c.d. Cascata del Vitello d’Oro.
  • la Grotta del Geotritone salamandra di montagna, tipica della zona vestina
  • L'area faunistica del camoscio o camoscio appenninico, sottospecie di camoscio ben distinta da quella alpina e da quella pirenaica, considerato da tutti il più bello del mondo;
  • Museo interattivo sul Camoscio d'Abruzzo. Pannelli didattico-informativi illustrano le vicissitudini dell'animale, scomparso dal Gran Sasso oltre 100 anni fa e documentano le fasi del progetto di reintroduzione.
  • Chiesa di San Nicola del 1080: il portale è in pietra lavorata, l interno, a navata unica, ospita una statua lignea di Sant’Antonio.

Cosa mangiare: pasta alla chitarra, sagne e fagioli, cif e ciaf, salsicce di maiale e di fegato, patata "Fiocco di neve" ed il famossimo Pecorino di Farindola, presidio Slow Food.

Fa parte di: Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Sito web:

LT- 13/03/2020
Di Pietro - Opera propria - CC BY-SA 4.0

Provincia: Pescara

CAP: 65010

Prefisso: 085

Altitudine: 530m

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.4431823, 13.8100339

In the territory of Farindola in the Valle d'Agri there is the Vitello d'Oro waterfall, a spectacular 28 meters high waterfall, one of the most important on the southern slope of the Gran Sasso group. Legend has it that since the dawn of time, to some women intent on drawing water with a basin, near the waterfall, at dawn of St.

The Grotta dell'Eremita - Hermit's Cave - is located in the municipality of Farindola on a steep slope above Valle d'Angri, under the Valichetto dei Paponi from where the path to reach it starts.

The structure hosts an interactive museum on Abruzzo Chamois. Didactic-informative panels illustrate the vicissitudes of the animal, which disappeared from Gran Sasso over 100 years ago, and document the phases of the reintroduction project.