Skip to main content
x

Picciano

Dove si trova: Picciano (PE) è adagiato su un'altura alla destra del fiume Fino. Il nome deriverebbe dalla presenza di un gruppo di pastori dediti al culto della Dea Pithia, in tarda epoca romana.

Perchè visitarlo: dal borgo si gode di uno splendido panorama del Gran Sasso. Da visitare il centro storico, caratterizzato dal mattone. Diverse sono le sagre organizzate ogni anno, come la nota "Tajarill e fasciule", animate dall'Associazione Bandistica Amatoriale “Città di Picciano”, insignita nel 2011 del titolo di "Gruppo di interesse nazionale" dal Tavolo Nazionale per la Musica Popolare.

Cosa vedere:

  • la Chiesa di S. Maria del Soccorso: facciata neoclassica in laterizio con lesène e grande frontone; portale su scalinate, due leoni in pietra unici resti dell'antica abbazia di "Sancta Maria de Pictiano" completamente distrutta, nel luogo occupato dal cimitero.
  • Chiesa di San Rocco di Piccianello a navata unica in mattone a vista. La facciata, anch'essa a mattoni, ispirata al partenone di Atene stilizzato in quattro lesene che ne slanciano l'esigua struttura.
  • Museo Tradizioni e Arti Contadine (MUTAC) - La finalità del Museo è curare la memoria storica, ambientale e culturale del nostro territorio, col recupero di oggetti e di attrezzi agricoli, nonché dell'artigianato di supporto (sarto, falegname, ciabattino...).

Cosa mangiare: gnocchi al sugo di capra, pecora alla callara.

Sito web

LT 09-03-2020

 

Provincia: Pescara

CAP: 65010

Prefisso: 085

Altitudine: 165m

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.474043, 13.9898233

Situated in the ancient Amorotti Castle, it retraces the various phases of oil production, the primary wealth of the Vestino territory, showing tools and machinery from ancient times to the present day. The Museum is closed on Mondays in summer, while in winter it is open only on Saturdays and Sundays.

The Acerbo Museum houses the most beautiful and rich collection of ceramics of Castelli, the fruit of the passion of Baron Giacomo Acerbo.