Direkt zum Inhalt
x

Le vie armentizie o vie dei tratturi

"I pastori" è una delle più celebri poesie di Gabriele D'Annunzio dedicata alla transumanza.

In questi giorni la Transumanza è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità.

"Settembre, andiamo. È tempo di migrare. Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare: scendono all'Adriatico selvaggio che verde è come i pascoli dei monti. Han bevuto profondamente ai fonti alpestri, che sapor d'acqua natia rimanga né cuori esuli a conforto, che lungo illuda la lor sete in via. Rinnovato hanno verga d'avellano. E vanno pel tratturo antico al piano, quasi per un erbal fiume silente, su le vestigia degli antichi padri. O voce di colui che primamente conosce il tremolar della marina! Ora lungh'esso il litoral cammina la greggia. Senza mutamento è l'aria. Il sole imbionda sì la viva lana che quasi dalla sabbia non divaria. Isciacquio, calpestio, dolci romori. Ah perché non son io cò miei pastori?"

I tratturi, (dal latino “tractoria”, ossia “privilegio” che consentiva ai  pastori di percorrere i sentieri della transumanza) ancora riconoscibili sul territorio abruzzese, erano vie, definite anche “erbose” o “della lana”, attraversate dalle greggi in primavera o in autunno. La pastorizia transumante, dal latino “trans” (al di là) e “humus” (terra), permetteva di trasferire mandrie e greggi in pascoli verso la Puglia in autunno per poi tornare verso l’Appennino Centrale in Primavera. I "tholos, caratteristici ricoveri circolari in pietra a secco, fontane, abbeveratoi, aree di sosta, denominate “stazioni di posta”, campi coltivati, chiese, fortezze si snodano lungo l’itinerario degli antichi tratturi. Un prezioso patrimonio culturale, storico, sociale è legato alla transumanza e molti artisti hanno narrato, nelle loro opere, la vita dei pastori itineranti.

Il 'Tratturo Magno', lungo circa 250 chilometri, che fino a cinquanta anni fa era attraversato ogni anno da circa 3 milioni di capi che facevano da pendolari tra la pianura pugliese e la montagna aquilana e viceversa, è il più importante e lungo del reticolo che copriva tutto il territorio del Mezzogiorno orientale.

La transumanza appenninica è proseguita fino agli anni ’60-’70 dello scorso secolo.

I percorsi delle vie armentizie (le vie dei tratturi)

Le vie della transumanza

Il piatto della transumanza

(LT-12/12/2019)
(LT-15/04/2020)