Salta al contenuto principale
x

Canzano

Dove si trova: sulle alture situate a nord della valle del Vomano a 448 m s.l.m. in provincia di Teramo 

Perchè visitarlo: di origini antichissime, come testimoniano i ritrovamenti di una necropoli (VII-VI secolo a. C.) e di diversi ruderi di ville romane, Canzano ha un suggestivo e caratteristico centro storico, ad iniziare dal fitto reticolo di grotte che si snoda lungo il paese, vere e proprie "celle frigorifere" ante litteram un tempo destinate alla raccolta dell'acqua piovana e alla conservazione delle derrate alimentari.

Cosa vedere:

  • Chiesa rinascimentale della Madonna dell'Alno, parrocchiale di Canzano fondata come Oratorio nel 1526, dell'edificio originario rimane soltanto il portale, mentre la facciata e l'interno sono settecenteschi e il campanile del 1810. Nell'interno sono conservate: una pregevole acquasantiera seicentesca, un reliquiario ligneo settecentesco e tele del XVII e XVIII secolo.
  • Chiesa romanica di San Salvatore, appena fuori dal paese, a tre navate con pilastri quadrangolari dove ancora resistono affreschi che vanno dal XII al XIV secolo, raffiguranti santi e sante.

Cosa Mangiare: "Tacchino alla canzanese" questa ricetta ormai forte di più di un secolo di tradizione, risale a circa metà del 1800, per la sua preparazione si utilizzano solo tacchine femmine, questo perché le loro carni risultano molto più tenere e saporite. Ricetta abbastanza elaborata, porta però alla realizzazione di un piatto spettacolare, di altri tempi.

INFO: http://www.comune.canzano.te.it/

Fotografia Infinitispazi

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/b/b5/Canzano_-_Torrione.jpg

(AMM10/12/2019)

Provincia: Teramo

CAP: 64020

Altitudine: 448

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.646114, 13.8040963

Prossimi Eventi

La tradizione vuole che la Chiesa dedicata alla Madonna dell'Alno fosse stata edificata al seguito della comparsa, in data 18 maggio 1480, in una zona di campagna (denominata Perdono), della Madonna stessa che in piedi sopra un Alno (albero della famiglia degli Ontani) abbia disposto al mite bifolco Floro di andare a Canzano, cavalcare l'indomi

Fuori dell'abitato è la chiesa benedettina  di San Salvatore: S.

Unico esemplare in Italia di Torre a pianta triangolare. Costruita tra il XII e il XIII secolo è alta circa 18 metri.

Datato tra il xvi e il xvii secolo, è ubicato in località Villa Torre. Anche in questo caso l'edificio è a due piani con una caratteristica torre angolare abbellita da bifore, monofore, archetti in mattoni di coronamento e terminazione merlata.

E' formata da una nicchia profonda circa un metro, coperta con un arco sotto cui si trova la vasca rettangolare con cornice in pietra.

Risale al XIII secoo e si trova nell'antico territorio Castri Veteris. Nel 1288 viene conferita al signore di castellalto,Tommaso De Castri Trasmundi,la chiesa viene citata nelle bolle papali del 1565 e 1650 in cui Gervasio "fu provveduto" insieme a san Vitale.

Il canale artificiale che alimentava il Mulino Mazzarosa nasceva nei pressi di Forcella. Utilizzato nel secolo precedente per l’irrigazione risicola e poi abbandonato, verso la metà dell’800, fu rimesso in funzione dal Sen.