Salta al contenuto principale
x

Crognaleto

Dove si trova: Il piccolo borgo montano di Crognaleto è situato nella parte più alta della montagna teramana e si estende sui due versanti della valle del Vomano, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Sasso Monti della Laga e con i suoi 1105 metri di altezza è uno dei paesi più alti della zona.

Perchè visitarlo: Crognaleto e il suo territorio  ancora oggi conservano intatto il loro fascino e diverse testimonianze del fervore religioso che animava gli abitanti di queste sperdute valli.
La storia di questi luoghi è antichissima e di grande prestigio, ricca di suggestioni, tradizioni e racconti di un tempo lontano.

COSA VEDERE:

  • Area Archeologica: dalla Costa della Rocca fino a Piano Vomano, su una strada millenaria, "La Tornara", sono visibili siti archeologici di straordinaria importanza, quali quelli di Colle del Vento e Colle Santa Lucia, che conservano ancora sotto un manto di argilla, i resti di un villaggio neolitico di oltre quattromila anni fa, quali fondi di capanne, ceramiche dipinte ed incise, strumenti litici, (raschiatoi, bulini, scheggie);
  • Chiesa della Madonna della Tibia - XVII secolo, situato fuori dall'abitato, e costruita come ex voto da Bernardo Paolini (di Amatrice). Avendo egli perduto la strada, scivolò accidentalmente in un burrone rischiando la morte. Rimase stupefatto di essersi rotto solamente una tibia;
  • Chiesa dedicata ai SS Pietro e Paolo - a Cesacastina, XVII secolo, a 1150 metri di altezza, unica nella montagna teramana che conservò il patronato laico cioè il diritto dei residenti ad eleggere. All'interno altari barocchi e un calice del 1426, opera di Bartolomeo da Teramo;
  • Frazione di Senarica: la tradizione vuole che Senarica ricevesse dalla Regina Giovanna un privilegio col quale veniva insignita del titolo di Repubblica, e stringesse un patto di alleanza con la Repubblica di Venezia. Di ciò non si hanno però prove documentali certe, è altresì certo che Senarica fosse proprietà di alcuni suoi abitanti, e precisamente di Cianto Francesco e Giacomo Antonio, un paese libero quindi, non detenuto da famiglie feudali esterne, ma di proprietà di alcuni suoi cittadini.

Cosa mangiare : Ventricina di Crognaleto, un insaccato costituito da grasso suino mescolato con una bassa percentuale di spalla o altra carne magra, tritati e conditi con spezie e peperoncino e insaccati nello stomaco o nella vescica dell'animale. Dopo la maturazione, preferibilmente con leggera affumicatura, e la stagionatura, si mangia spalmato sul pane. L'uso è inoltre di conservare le salsicce dentro la ventricina, in modo da valorizzare entrambi i sapori.

 http://comune.crognaleto.te.it/

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/b/bf/Nerito_di_Crognaleto_%28TE%29_-_panorama.jpg

Infinitispazi [CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]

(AMM- 08/01/2020) 

 

Provincia: Teramo

CAP: 64043

Prefisso: 0861

Altitudine: 1105

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.5870003, 13.4900013

Collocata scenograficamente su uno sperone roccioso, La piccola chiesetta custodisce al suo interno un altare barocco ligneo dipinto e dorato tardo-seicentesco ed una statua in legno di Madonna con Bambino detta "la paesana". La leggenda narra che la chiesa fu fatta edificare nel 1617, per grazia ricevuta, da un facoltoso commerciante di bestiame di Amatrice che, caduto da cavallo e fratturatos

Senarica è un piccolo villaggio abruzzese dell'alta valle del fiume Vomano, adagiata su di un costone di roccia che si impone sulla gola serpenteggiante del fiume, immerso nel verde prepotente dei boschi del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nel distretto della Strada Maestra.