Destinazione

Riserva naturale regionale Valle dell'Orta

Uno scrigno di bellezze naturalistiche e storico-archeologiche

Data:

31 maggio 2023

Tempo di lettura:

2 min

Argomenti
  • Riserve Naturali
Valle dell'Orta dalla Grotta scura, ph Regione Abruzzo

Panoramica

Descrizione lunga

La Riserva Valle dell'Orta, nata nel 1989, è compresa nel Parco Nazionale della Maiella, si estende su un'area di 378 ettari sul territorio dei comuni  di Sant’Eufemia a Majella, Roccacaramanico, San Vittorino, Caramanico Terme, Salle, Musellaro, San Valentino e Bolognano, nella provincia di Pescara.

Canyon, salti, cascate, canaloni si aprono nella Valle, cuore del Parco: la bianca pietra della Majella è stata lavorata con impeto dalle acque dell'Orta che scorrono per 40 km e, dopo il borgo di Bolognano, arrivano al fiume Pescara.

Nella zona tutelata  aprono numerose grotte, fra cui la Grotta dei Piccioni, su una parete rocciosa a picco sul fiume, considerata uno dei santuari neolitici più importanti del territorio e la più famosa delle numerose grotte presenti nella vallata, frequentata dal Neolitico di Ripoli in cui si praticavano riti e sacrifici per rendere onore alla Dea Madre e, successivamente, per catturare e allevare - come denota il nome della grotta - i piccioni,  la Grotta Scura, al cui interno si apre una veduta spettacolare della valle, che hanno restituito tracce di antichi insediamenti umani. Da non perdere le torri rocciose denominate Marmitte dei Giganti, formate a seguito di un lungo processo di erosione presso le rapide di  Santa Lucia  e le acque smeraldine della Cascata della Cisterna che si raggiunge da Bolognano.

Le tre specie arboree dominanti sono il Pino nero, il Pino d'Aleppo e il Cipresso. Nella Riserva vivono fiori rari come la Coronilla valentina, la Campanula fragilis e le numerose specie di orchidee. Anche la fauna e’ molto ricca. Tra gli anfibi si segnalano l'Ululone dal ventre giallo ed il Rospo smeraldino e tra i rettili il Colubro di Esculapio ed il Cervone. Numerosi gli uccelli. Tra questi il Rondone maggiore e’ stato scelto come simbolo della riserva. Degna di nota la presenza della Lontra nelle acque del Fiume Orta. I periodi migliori per la visita sono la primavera e l'autunno

Un vero e proprio paradiso per gli appassionati di escursionismo, freeclimbing, rafting, kayak, tubing, trekking e acqua trekking. Il Centro informazioni di Bolognano è un’importante punto di orientamento per chi vuole addentrarsi all’interno della maestosa Valle.

Etichetta

  • Vacanza attiva
  • wild

Posizione della Destinazione

Geolocalizzazione

42.2489185, 13.9517998

Ultimo aggiornamento

11/07/2023, 13:02

Pubblicato da Laura Toppeta