Home / Destinazioni / Terme di Raiano
Destinazione

Terme di Raiano

Nel cuore della Valle Peligna, acque sulfuree apprezzate sin dai tempi dei Romani

Data:

20 luglio 2023

Tempo di lettura:

2 min

Argomenti
  • Terme e benessere
  • Località termali
  • Montagna Estiva
Raiano, Ph. RaBoe

Panoramica

Descrizione lunga

Lo sfruttamento termale a Raiano era attivo sin dai tempi della Roma imperiale: lo confermano, anche se poco visibili, i ruderi e le tracce dell'antica attività.

Le terme di Raiano sono qualificate come solfuree, ottime per la loro azione diuretica e purificante. L'acqua sulfurea sgorga da una sorgente denominata “La Solfa”. Per raccogliere e utilizzare queste acque è sorto lo stabilimento delle Terme di Ovidio.

Le cure attivate con l'acqua sulfurea sono quelle idropiniche e inalatorie, ma la ricchezza di zolfo è indicata anche per la sordità rinogena. Numerose altre problematiche possono essere trattate con fanghi, bagni, idromassaggi, massaggi e immersioni nella piscina termale.

Allo stabilimento si aggiunge un centro di medicina estetica termale, provvisto di palestra, piscine termali a temperature differenziate e dotato di apparecchiature elettromedicali all'avanguardia.
A rendere ancora più piacevole il soggiorno in questo piccolo centro, immerso nel verde delle colline d'Abruzzo, è la possibilità di dedicarsi a passeggiate naturalistiche ed escursioni di interesse storico e artistico, ad esempio nella vicina Sulmona, splendida città che ha dato i natali al poeta latino Ovidio. Inoltre a 5 chilometri dalla città, vi sono una monumentale fonte identificata come la “Fonte d'Amore” ovidiana e i resti della cosiddetta “Villa di Ovidio” ‒ in realtà santuario di Ercole Curino ‒ risalente alla metà del I secolo a.C.

Attualmente chiuse

Etichetta

  • benessere
  • Cure termali
  • Montagna estiva
  • Spa

Posizione della Destinazione

Geolocalizzazione

42.102545173237, 13.8098051

Ultimo aggiornamento

20/07/2023, 13:04

Pubblicato da AbruzzoTurismo