Salta al contenuto principale
x

Pescara

Dove si trova: Pescara è situata sulla costa adriatica, adagiata sulle due sponde del fiume Aterno-Pescara. Moderna città bagnata dall’Adriatico e attraversata dall’omonimo fiume, Pescara nasce dalla fusione nel 1927 di due cittadine (Castellammare Adriatico e Pescara), ubicate sulle sponde opposte del fiume.

Perchè visitarla: Città dinamica e contemporanea, rappresenta il centro abruzzese di riferimento per il commercio e per i servizi. La riviera, ampia e attrezzata, con stabilimenti e ristoranti sul mare e con una lunga pista ciclabile, è molto frequentata non solo nella stagione estiva. Ha dato i natali al patriota Gabriele Manthonè (1764-1799) e al poeta Gabriele D’Annunzio (1863-1938). Nel suo territorio sono venuti alla luce interessanti reperti archeologici, tra cui un villaggio neolitico sotto il Colle Orlando, risalente a circa 6000 anni fa. Al tempo dell’Impero Romano assunse il nome di “Ostia Aterni”, già allora centro di commercio con località adriatiche e con quelle dalmate al di là del mare. Per la pescosità delle sue acque nell’Alto Medioevo fu chiamata “Piscaria”, nome che si tramutò in Pescara. Moderna nell’impianto urbanistico e architettonico, recentemente viene definita la città dei due Ponti – del Mare e Flaiano – che disegnano un originale skyline.

Cosa vedere:

  • il Ponte del Mare, inaugurato nel 2009, divenuto un vero e proprio simbolo della città e, con i suoi 466 metri di lunghezza, è il più grande ponte ciclo-pedonale d’Italia;
  • Il Ponte Ennio Flaiano, intitolato al grande scrittore, sceneggiatore e giornalista pescarese, è l’ultima, imponente infrastruttura realizzata per collegare le due sponde del fiume, destinata al transito veicolare e ciclo-pedonale;
  • La fontana in marmo di Carrara “La Nave”, opera realizzata nel 1986 dallo scultore pescarese Pietro Cascella che trae ispirazione dalla grande tradizione marinaresca della città, ma richiama alla mente anche i forzati del Bagno Borbonico utilizzati come rematori sulle navi spagnole fino al 1859;
  • la grande tela michettiana “La Figlia di Iorio”, nel Salone della Giunta dell’Amministrazione Provinciale;
  • la Cattedrale di San Cetteo che ospita la tomba della madre del poeta, Luisa D'Annunzio ed un dipinto del Guercino, il San Francesco, donato dallo stesso d'Annunzio;
  • Museo casa natale Gabriele D'Annunzio, casa natale del poeta, dichiarato monumento nazionale nel 1927. Il museo, allestito al primo piano della casa, è composto da nove sale e conserva arredi, mobili d'epoca e oggetti dello scrittore e della sua famiglia;
  • Museo Villa Urania. Aloggiato in una villa in stile Liberty risalente alla fine dell'Ottocento, vi si possono ammirare numerose maioliche di Castelli realizzate dal Cinquecento al Settecento. Oggi la mostra permanente è formata da circa 140 pezzi originali.
  • Museo delle Genti d'Abruzzo. Il museo è ospitato nei locali rimasti della fortezza cinquesecentesca usato come "bagno penale" per detenuti politici e patrioti  Custodisce reperti e testimonianze della vita abruzzese;
  • Museo d'arte moderna "Vittoria Colonna";
  • Museo Civico "Basilio Cascella" che raccoglie la maggioranza delle opere della famiglia Cascella.

Cosa mangiare: brodetto alla Pescarese,  porchetta, spaghetti alla chitarra, gnocchi con gli scampi, arrosticini, Parrozzo. 

Sito web

(LT-29/11/2019)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.4617902, 14.2160898

Prossimi Eventi

CIRCOLO NAUTICO "MIMADEA CLUB" (Fiume Pescara, a 600 mt dalla foce)

Il Museo Civico "Basilio Cascella", per mezzo secolo centro di produzione grafica e artistica e luogo d'incontro per intellettuali del calibro di D'Annunzio, Pirandello, Grazia Deledda, Ada Negri, Guido Gozzano, Umberto Saba, Vincenzo Bucci, Federigo Tozzi, Goffredo Bellonci, F.T.

La casa natale di Gabriele d’Annunzio sorge sul corso principale dell’antica città di Pescara, che era racchiusa in una fortezza militare demolita negli anni dell'infanzia del poeta. Fu dichiarata Monumento Nazionale nel 1927 con decreto di Mussolini, sollecitato dallo stesso d’Annunzio che voleva così assicurarla alla tutela dello Stato.

Nato dal disegno dell'architetto altoatesino Walter Pichler, il cui progetto preliminare è stato sviluppato a livello esecutivo dall'ingegnere Mario De Miranda, il moderno ed originale Ponte del Mare, inaugurato l'8 Dicembre del 2009, è divenuto con gli anni un vero e proprio simbolo di Pescara.

La chiesa del Sacro Cuore di Gesù è un edificio religioso di Pescara. Si trova nella piazza omonima, lungo il corso Umberto, nella zona storica di Castellammare Adriatico, ed è terza chiesa più importante della città, dopo la Cattedrale ed il Santuario dei Sette Dolori.

La fontana in marmo di Carrara "La Nave", così intitolata per la sua forma di antica imbarcazione a remi (la galea), è un'opera dello scultore pescarese Pietro Cascella. Costruita nel 1986 e donata al Comune di Pescara, è stata collocata al Largo Mediterraneo sul lungomare e inaugurata il 4 luglio 1987.

Il Ponte Ennio Flaiano è l'ultima imponente struttura realizzata per collegare le due sponde del fiume Pescara, destinata al transito veicolare e ciclo-pedonale. Si tratta di una vera e propria opera architettonica che ha contribuito a connotare in modo originale lo skyline della città con le sue linee moderne e definite.

L'Aurum è uno storico edificio di Pescara, un tempo sede della distilleria produttrice del liquore Aurum. Luogo ricco di memoria, oggi l’Aurum è una “Fabbrica delle Idee” dove si conservano sapori antichi e si producono fermenti sempre nuovi, fruibili da chiunque voglia immergersi nella luminosa atmosfera di questo luogo, diventato un punto di riferimento per l

 La Basilica fu costruita nel 1757 sul posto di una piccola cappella risalente al 1637. D'impianto neoclassico la caratteristica della basilica è la sua semplicità costruttiva, la naturalezza dei materiali, la proporzionalità delle forme.

La Riserva Naturale di Santa Filomena è una lunga striscia di verde che per circa 3 km. costeggia il mare tra Pescara e Montesilvano.Una pineta larga non più di 60 m. che fu impiantata tra il 1926 e il 1933 come barriera frangivento a protezione delle retrostanti colture. E' Riserva Naturale dal 1977.