Salta al contenuto principale
x

Cipolla bianca di Fara Filiorum Petri (Presidio Slow Food)

Il prodotto: la cipolla di Fara Filiorum Petri è bianca, dolce e aromatica, una vera prelibatezza gastronomica.

Detta anche piattona per la sua forma schiacciata che sembra possa essere dovuta dell’elevata quantità di acqua di cui necessita, per cui, gli agricoltori, raccoglievano dell’acqua con una pala e la versavano sulle cipolle, in modo da non far mai mancare il giusto apporto idrico di cui avevano bisogno. La violenza del getto avrebbe causato l’appiattimento dell’ortaggio che, di conseguenza, si sarebbe poi sviluppato in larghezza.

Dove si produce: Comune di Fara Filiorum Petri (Ch)

Come gustarlo: può accompagnare insalate fresche e piatti a base di fegatini, essere arrostita sulla brace sotto il coppo (un apposito coperchio da apporre sulla griglia) o usata per la cipollata, piatto tradizionale a base di cipolle che, cotte per lungo tempo in un tegame di coccio, diventano morbide e dolci. 

Eventi: Fara Cipollara a Fara Filorium Petri (Ch) in agosto.

Curiosità: con il tempo i semi erano andati perduti e solo recentemente i contadini locali sono riusciti a recuperare quelli originari. La coltivazione di questa particolare cipolla, oggi Presidio Slow Food, ha trovato nei secoli terreno fertile nei campi alluvionali e ricchi di acqua di questa zona, i cosiddetti “cipollari”, terreni pianeggianti localizzati in prossimità del fiume.
 

Fa parte di: Presidio Slow Food, Prodotti agroalimentari tradizionali (PAT)

L.T. 11-05-2020

42.2473222, 14.1842514