Salta al contenuto principale
x

Collelongo

Dove si trova: Collelongo (AQ) sorge alle pendici del Monte Malpasso nella Vallelonga, l'antica Valle Transaquana.

Perché visitarlo: Collelongo presenta tutte le caratteristiche tipiche di un borgo medievale: dalle mura di cinta, alle porte cittadine assieme alla torre, alla piazza ed alla chiesa principale. La Vallelonga, per secoli, una natura selvaggia e a tratti inaccessibile, ha custodito i segreti delle civiltà che l'hanno popolata: dagli insediamenti preistorici a quelli italici, dalle vestigia di epoca romana a quelle di epoca medievale, purtroppo in parte andate distrutte dal violento terremoto che nel 1915 distrusse la Marsica. Oggi Collelongo rappresenta un'importante meta turistica sia per la sua eredità archeologica sia per la sua posizione geografica compresa nei limiti di protezione esterna del Parco Nazionale d'Abruzzo. Il maestro Fabio Rieti ha contribuito ad arricchire e caratterizzare il paese con quadri murali facendo così diventare Collelongo un museo d’arte pittorica all’aperto.

Cosa vedere:

  • l’antico Palazzo Botticelli, risalente al XVII secoloche che è sede del Museo Civico Archeologico, dove sono presenti importanti reperti archeologici frutto dei ritrovamenti avvenuti nella vicina Valle di Amplero, ma anche sede della biblioteca e del teatro;

  • la Torre Baronale, posta a difesa del borgo intorno al 1000 d. C;

  • la Piazza ottocentesca di San Rocco;

  • la Fonte Vecchia, realizzata nel 1840;

  • il "Museo della civiltà contadina e del lavoro delle montagne abruzzesi";

  • la Chiesa di Santa Maria del Monte, eretta intorno all’anno mille, in stile benedettino;

  • la Chiesa di Santa Maria Nova.

Cosa mangiare: A Collelongo si possono assaporare piatti tipici della tradizione abruzzese, come la minestra impanata, pane raffermo insaporito con verdure, cipolle, patate e fagioli fino ad ottenere una calda zuppa, gli gnocchetti con i ceci o le sagne e fagioli. Tra i secondi troviamo l’agnello alla brace con patate cotte al coppo, tecnica di cottura che consiste nell’appoggiare gli alimenti sulla brace per poi coprirli con un coperchio, il coppo appunto. Poi c'è la "pizza roscia" che deve il suo nome all’utilizzo della farina di granoturco rosso. Tra i dolci, "merzitte" , biscotti con frutta secca impastati con il mosto cotto e il miele e le “"ciammelle”, biscottini di pasta di pane di varie forme e dimensioni.

Sito web:

https://comune.collelongo.aq.it/

Fa parte di:

Borghi Autentici d'Italia

FC (22/04/2020)

Provincia: L'Aquila

CAP: 67050

Prefisso: 0863

Altitudine: 615m

POSIZIONE GEOGRAFICA

41.8865363, 13.5833861

Il Museo Civico Archeologico di Collelongo, ospitato dal 1985 nel Palazzo Botticelli, custodisce ed espone numerosi e preziosi reperti databili dal VI sec. a.C. al I sec. d.C. rinvenuti nell'insediamento italico-romano della vicina valle di Amplero che consta di un'acropoli, di un villaggio e di due necropoli.

Da Palazzo Botticelli, sede del Museo Civico Archeologico di Collelongo, parte il percorso museo della Civiltà contadina e del lavoro delle montagne abruzzesi che si snoda tra le stradine del centro storico.

Nel cuore Nazionale D'Abruzzo Lazio e Molise, nello splendido borgo di Villavallelonga a 1005 metri d'altezza, sorge il Centro Visita dell'Orso di Villavallelonga. Struttura del Parco, gestita da aprile 2009 da Sherpa coop, il Centro visite nasce come struttura educativa ed informativa incentrata sulla figura del famoso plantigrado simbolo del Parco, l'Orso Bruno Marsicano.