Salta al contenuto principale
x
 “La fragile bellezza Istoriato castellano fra XVII e XVIII secolo” – Teramo

“La fragile bellezza Istoriato castellano fra XVII e XVIII secolo” – Teramo

0
0

Fino al primo maggio 2022 presso la Pinacoteca Civica di Teramo,si potrà visitare la mostra “La fragile bellezza Istoriato castellano fra XVII e XVIII secolo”, a cura di Giuseppe Matricardi e Stefano Papetti.

E’ un insieme di maioloche abbastanza omogenee per epoca e per qualità che racconta per lo più lo stile e l’espressione artistica della più influente famiglia di maiolicari abruzzesi “Grue”. Si tratta di una targa devozionale raffigurante Sant’Antonio da Padova ascrivibile a Liborio Grue, una Sacra Famiglia di ispirazione cortonesca attribuibile a Candeloro Cappelletti ed una serie di piatti con paesaggi arcadici nello stile di Nicola Grue il Giovane, appartenente ad un ramo collaterale della famiglia.

Orari dal martedi alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.

La Pinacoteca teramana si trova nella palazzina neoclassica che venne eretta nel 1923 nei giardini della villa comunale per ospitare il museo civico, espone pale del XV secolo, come i Santi di Giacomo da Campli, dipinti di scuola napoletana del Seicento e Settecento, e soprattutto opere dell'Ottocento abruzzese, come le tele di Della Monica, Bonolis e Celommi, e alcune realizzazioni del grande scultore verista giuliese Raffaello Pagliaccetti.

tel. 0861 324601, 344 0159100

L.T. 13-01-2022

42.6617023, 13.6972629