Salta al contenuto principale
x
la notte dei ricercatori

La notte dei ricercatori all'Osservatorio Astronomico d'Abruzzo

0
0

ll 27 novembre l’INAF- Osservatorio Astronomico d’Abruzzo (OAAb) celebra la “Notte Europea dei Ricercatori 2020”.

La Rete Nazionale del Turismo Astronomico, associazione che ha l’obiettivo di valorizzare i luoghi a bassa percentuale di inquinamento luminoso sparsi sul nostro territorio e che ogni anno identifica le location più belle dove osservare le stelle in Italia, include i cieli d'Abruzzo tra le destinazioni più emozionanti.

Sicuramente per quanti vogliono godere dello spettacolo delle stelle in montagna, meta ideale è  Campo Imperatore, il "piccolo Tibet" d'Abruzzo, santuario di astrofili da tutto il mondo, con un cielo tra i meno inquinati d'Europa, sede di uno dei più importanti Osservatori astronomici d’Italia, considerato tra i 5 posti migliori in Italia dove vivere l'emozione di un cielo stellato e definito dall' INAF come "quello a più alta quota tra gli osservatori professionali italiani e quello con il cielo più buio e trasparente” 

Per gli appassionati e i ricercatori, l'Osservatorio Astronomico d'Abruzzo propone spettacolari tour virtuali, dedicato anche ai bambini, per i quali sono previsti laboratori dedicati, per viaggiare nello spazio restando a casa,  trasmesse in diretta streaming sui canali Facebook e YouTube dell’Osservatorio.

L’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo è una delle strutture di ricerca dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), il principale ente di ricerca italiano per lo studio dell’Universo. Come da statuto, l’INAF ha “il compito di svolgere, promuovere e valorizzare la ricerca scientifica e tecnologica nei campi dell’astronomia e dell’astrofisica e di diffonderne e divulgarne i relativi risultati, di promuovere e favorire il trasferimento tecnologico verso l’industria, perseguendo obiettivi di eccellenza a livello internazionale”

La mission dell’INAF-Osservatorio d’Abruzzo è il progresso della conoscenza dell’universo attraverso lo studio di diversi settori dell’astronomia, e la diffusione di tale conoscenza sia ad altri astronomi professionisti, sia al più vasto pubblico di non addetti ai lavori.

L’iniziativa, promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005, coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi d’Europa, con lo scopo di promuovere la diffusione della cultura scientifica e avvicinare il grande pubblico al mondo della ricerca, in un contesto informale e stimolante. Nell’ambito della Notte dei Ricercatori l’OA Abruzzo partecipa alla settima edizione del Progetto SHARPER (SHaring Researchers’ Passion for Engagement and Responsibility).

L’evento aquilano, organizzato dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso con la fondamentale collaborazione dell’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo e di altre importanti realtà scientifiche, culturali e istituzionali del territorio abruzzese, si svolgerà dal 26 al 28 Novembre 2020, per la prima volta in modalità completamente digitale e potrà essere seguito sul sito sharper-night.lngs.infn.it.

Nel corso delle tre giornate si alterneranno iniziative pensate per il pubblico generico di ogni età, con un occhio di particolare riguardo per gli studenti: conferenze, visite virtuali, giochi interattivi per ragazzi, spettacoli per le famiglie, osservazioni astronomiche, planetario online e incontri con autori di opere scientifiche. Tra queste, numerose sono le attività proposte dai ricercatori dell’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo, che si susseguiranno per tutta la giornata di Venerdì 27 novembre trasmesse in diretta streaming sui canali Facebook e YouTube dell’Osservatorio.

Programma:

VENERDI’ 27 NOVEMBRE MATTINA


9:00 ELISA DI CARLO & VINCENZO TESTA – “I NOSTRI TELESCOPI DALL’ALTRA PARTE DEL MONDO”

In questo collegamento, realizzato in collaborazione dagli Osservatori Astronomici d’Abruzzo e di Roma dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, si raggiungeranno siti spettacolari per visitare virtualmente due telescopi, italiani in tutto o in parte, agli antipodi tra loro: il gigante Large Binocular Telescope (LBT), situato sulle pendici del Mt. Graham in Arizona, con i suoi due telescopi accoppiati da 8,4 metri di diametro; e il piccolo ma veloce telescopio robotico infrarosso Rapid Eye Mount Telescope (REM), con uno specchio di 0.6 metri di apertura, in funzione dal 2003, e completamente automatizzato  senza bisogno di alcun intervento umano se non per attività di manutenzione periodica. In questo viaggio oltreoceano si vedranno immagini astronomiche acquisite, anche in diretta, dai due strumenti per scoprire come si svolgono le attività osservative all’interno di una “sala controllo”, o addirittura a migliaia di chilometri di distanza dai telescopi stessi..

Dirette: Youtube | Facebook

 

10:15 ENZO BROCATO – “I NOSTRI TELESCOPI IN ABRUZZO”

In questa breve chiacchierata il Direttore dell’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo  parlerà dei telescopi operanti nelle due strutture dell’Osservatorio, ovvero la “Specola” di Teramo e la Stazione Osservativa di Campo Imperatore, e delle ricerche osservative che li vedono coinvolti.

Dirette: Youtube | Facebook

 

10:30 MAURO DOLCI – “L’ERA DEI GIGANTI”

L’Astrofisica del XXI secolo si appresta a fare uso di strumenti di dimensioni e complessità incomparabili con quelle dei loro predecessori. Si conosceranno i grandi telescopi in costruzione, tra curiosità sulle loro caratteristiche, aneddoti sulla loro storia ed una certezza per rivoluzionare la conoscenza dell’Universo.

Dirette: Youtube | Facebook

 

11:30 MICHELE CANTIELLO – “ALLA SCOPERTA DEI PIANETI”

I bambini degli ultimi anni delle scuole elementari saranno accompagnati in una passeggiata virtuale attraverso ed oltre il Sistema Solare, da un astronomo che focalizzerà l’attenzione su proprietà di semplice percezione per i bambini. L’attività, che ha lo scopo di avvicinare i più piccoli alla comprensione dell’Universo, sarà svolta con la collaborazione di alcune docenti in collegamento dalle proprie classi, e prevederà l’utilizzo di materiali da far manipolare ed elaborare agli alunni. I tre Istituti sul territorio abruzzese che parteciperanno interattivamente all”evento in diretta sono: l’I.C. “Margherita Hack” di Castellalto-Cellino (TE), con la classe 5° A TP di Castelnuovo Vomano; l’I.C. TE2 “Savini – S.Giuseppe – S.Giorgio” di Teramo, con la classe 5° A; l’I.C. “Giosuè Carducci” de L’Aquila, con la classe 5°A.

Dirette: Youtube | Facebook

 

12:30 ELISA PORTALURI – “UN UNIVERSO DI SCOPERTE”

Non sono solo i poeti e i romantici a scrutare il cielo, ma c’è un’intera comunità di scienziati che volge il suo sguardo verso l’alto, cercando di rispondere ad alcune delle domande fondamentali che l’uomo si pone: "Cosa c’è lassù, ossia come è composto l’Universo?"  Verrà descritto, senza pretesa di essere esaustivi, il panorama dell’astronomia di oggi: i fenomeni che si osservano, le più recenti scoperte e gli obiettivi per il futuro.

Dirette: Youtube | Facebook

 

VENERDI’ 27 NOVEMBRE POMERIGGIO


14:30 GIANLUIGI MARSIBILIO & ADRIANO PIETRINFERNI – (PRESENTAZIONE DEL PODCAST “ESOPIANETI: STORIE DA ALTRI MONDI”)

Appuntamento dedicato agli esopianeti con un ricercatore dell’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo e Gianluigi Marsibilio, autore e presentatore di Co.Scienza, podcast di divulgazione scientifica che racconta la scienza partendo dalla voce diretta degli scienziati. L’incontro sarà occasione per la presentazione delle attività e della collaborazione tra il podcast e l’Osservatorio Astronomico e della presentazione in anteprima di una nuova puntata del podcast in cui si parlerà di come sia cambiata la percezione dell’Universo dopo missioni come Kepler (NASA), che hanno portato alla scoperta di migliaia di mondi. Si parlerà anche di quali sono le frontiere e le aspettative sui nuovi osservatori spaziali che, nei prossimi anni, andranno a caccia di altri mondi.

Dirette: Youtube | Facebook

15:30 SANTI CASSISI – “LO SPAZIO ED IL MARE: DIVING IN THE UNKNOWN”

Lo Spazio ed il Mare sono sicuramente i due “ambienti” che – spesso per motivi diversi – ci affascinano sin da bambini. Se li si considera in modo distratto essi possono sembrare due “ambienti” molto diversi, senza alcun apparente punto di contatto. In realtà, essi presentano molte analogie e similarità. Questa conferenza ha come obiettivo quello di mostrare queste similarità, e condurre il pubblico ad effettuare una immersione virtuale nelle profondità dello Spazio e del Mare, guidati da un astrofisico che, per lavoro e per passione, ne studia la loro intima ed affascinante bellezza.

Dirette: Youtube | Facebook

 

17:00 MATTEO DI CARLO & SERGIO CRISTALLO – “NOI, FIGLI DELLE STELLE”

Nel corso di questa chiacchierata saranno svelati i segreti delle stelle, al cui interno vengono prodotti quasi tutti gli elementi chimici conosciuti. Partendo dal funzionamento del nostro Sole, si tratteranno  i fenomeni esplosivi più spettacolari che avvengono nell’Universo anche attraverso tecniche interattive sviluppate appositamente per l’interazione con il pubblico presso l’INAF – Osservatorio Astronomico d’Abruzzo. (Adatto a tutte le età).

Dirette: Youtube | Facebook

 

18:00 INTERVISTA A LUCIANO PIERSANTI: “L’ASTRONOMIA NEL XX SECOLO E L’ASTROFISICA STELLARE”

Una chiacchierata sullo sviluppo dell’Astronomia nel corso dei secoli e su come le scoperte della Fisica all’inizio del XX secolo abbiano portato alla nascita dell’Astrofisica Stellare e alla comprensione del ciclo di nascita/vita/morte delle stelle. L’evento è adatto ad un pubblico di qualsiasi età.

Dirette: Youtube | Facebook

 

19:30 GAETANO VALENTINI – “IN CUPOLA CON L’ASTRONOMO”

Le osservazioni astronomiche rappresentano il modo diretto di studiare gli oggetti e i fenomeni al di sopra della nostra atmosfera. La curiosità umana per lo spazio ha radici antiche. L’uomo cominciò a scrutare il cielo notturno utilizzando i propri occhi. Dopo l’introduzione del telescopio da parte di Galileo, lo studio del cielo ha avuto sempre più un forte sviluppo strumentale, fino all’utilizzo delle tecnologie odierne. Questo excursus si conclude con una simulazione di osservazione al TNT, uno dei telescopi dell’Osservatorio Astronomico d’Abruzzo.

Dirette: Youtube | Facebook

 

21:00 PRESENTAZIONE DEL GIOCO: “INAF ONLINE CODE HUNTING GAME”


Insieme ad alcuni ricercatori dell’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) si giocherà ad una “Online Code Hunting” astronomica, durante la quale sarà possibile muoversi virtualmente per tutta l’Italia a caccia dei tesori nascosti nei luoghi di rilievo nella storia dell’Astronomia. Soltanto chi riuscirà a risolvere gli enigmi di programmazione potrà accedere ai luoghi misteriosi. I requisiti per giocare sono: uno smartphone, un account Telegram e una connessione dati. 

Regia e streaming a cura di Matteo Canzari 

 

L.Toppeta 27-11-2020