Salta al contenuto principale
x

L'amico fraterno di Raffaello: l'illustre Giovambattista

Negli Elogi degli illustri aquilani  è descritta la vita di Giovambattista Branconio, orafo abruzzese (L'Aquila-1473). Consigliere  artistico di  Papa Leone  X  frequentò artisti  edi letterati tra i quali Raffaello, con il quale strinse particolari rapporti d’amicizia. Al grande artista Giovambattista commissionò una Visitazione da regalare al padre, già in  San  Silvestro a L’Aquila e oggi conservata al Prado di Madrid. Sempre  Raffaello  realizzò il   progetto   del   sontuoso palazzo romano  che il Branconio volle farsi costruire in Borgo Pio.
Ad  ulteriore  testimonianza  del  particolare  legame  esistente  tra  il  Branconio  e Raffaello vi è il testamento di quest’ultimo,nel quale l’orafo abruzzese viene nominato esecutore testamentario. Dallo speciale rapporto di stima reciproca che lo legava a Raffaello si può inoltre arrivare  ad un effettivo peso da parte del Branconio nell’evoluzione dell’ultimo periodo del grande artista urbinate.

(LT: 07/04/2020)

dipinto: Autoritratto di Raffaello Sanzio con l'amico Giovambattista Branconio. Parigi, Museo del Louvre