Salta al contenuto principale
x
Lanciano Città del Teatro e del Cinema: al prestigioso "Fenaroli" l'Accademia delle Arti Sceniche e Teatrali

Lanciano Città del Teatro e del Cinema: al prestigioso "Fenaroli" l'Accademia delle Arti Sceniche e Teatrali

0
0

Guardare è essere pittore, soffrire è essere poeta. Dall’unione della plasticità e dell’anima si può far nascere la più bella arte vivente integrale: il teatro. (H. Bataille)

A Lanciano l'istituzione "teatro" affonda le radici in una tradizione culturale consolidata. Le prime notizie del Teatro comunale risalgono al 1730 mentre il primo documento è del 1761. Nell'ex Collegio delle scuole Pie con la rappresentazione dell'opera buffa "La dama e lo zoccolaio" di Vincenzo Fioravanti, il teatro venne inaugurato nel 1841 con il nome di teatro S. Francesco, in onore alla dinastia borbonica e al principe ereditario e la cerimonia di apertura ci fu il 22 aprile 1847 alla presenza di Ferdinando II e della regina.

Sul soffitto Fedele Fenaroli, musicista lancianese, trionfa fra le Muse del Canto, della Musica e della Fama. A lui  dopo l'Unità d'Italia venne intitolato il teatro che fu arricchito dalle decorazioni di Leopoldo Galluzzi, scenografo del teatro San Carlo di Napoli.

Luogo di intensa attività teatrale e concertistica, il Teatro Fenaroli ospita ed ha ospitato in passato grandi artisti sia nella stagione di prosa che in quella operistica come la prima del Faust di Charles Gounod nel 1888, la Norma di Bellini e il Nabucco di Verdi nel 1891, la Cavalleria Rusticana di Mascagni nel 1897, la Boheme di Puccini e l'Otello di Verdi nel 1908, le opere di artisti abruzzesi come il lancianese Francesco Masciangelo che fu autore di melodrammi rappresentati tra il 1848 e il 1858.

Con delibera di Giunta Comunale n. 24 del primo febbraio 2022 è stato approvato di procedere alla costituzione dell’Accademia delle Arti Sceniche e Teatrali “Fedele Fenaroli” di Lanciano. Il progetto in questione è stato elaborato dall’assessorato alla cultura, anche con la preziosa collaborazione del noto registra cinematografico Pierluigi Di Lallo, che ha fornito disponibilità e professionalità prestata, peraltro, a titolo gratuito. Il progetto potrà essere avviato grazie al contributo concesso dalla Regione Abruzzo, pari ad euro 30,000 a fondo perduto.

Il progetto dell’Accademia ha lo scopo di costituire a Lanciano un laboratorio, una scuola che dovrà formare sceneggiatori, doppiatori, tecnici del suono, direzione musicale, addetti alla fotografia, compilatori di testi, recitazione, ma anche tecnici nel campo della cinematografia e del teatro. Il progetto prevede corsi biennali che saranno rivolti a giovani di età compresa tra i 19 e i 29 anni anche provenienti da fuori regione che possa diventare punto di riferimento per buona parte del centro-sud d’Italia.

La futura Accademia cercherà di dotarsi di sezioni di insegnamento e formazione nelle seguenti materie: Canto, Danza, Dizione ed uso della voce, Doppiaggio, Drammaturgia, Fotografia (cinema), Musica (cinema, teatro), Movimento scenico, Recitazione, Regia, Sceneggiatura, Stand-up comedy, potrà arricchirsi di preziose collaborazioni pluridisciplinari e potrà proporre workshop intensivi, con personalità artistiche del panorama nazionale in ambito teatrale e cinematografico, allo scopo di fornire agli allievi un contatto diretto con il mondo del lavoro in campo artistico.

Il Comune metterà a disposizione tutto il proprio contributo logistico e non solo, a cominciare dalle sedi dove si terranno gli insegnamenti, dalle aule della scuola civica, al Parco delle arti musicali, Polo museale, Auditorium Diocleziano e, ovviamente, Teatro Fenaroli, non escludendo altre location cittadine.

L. Toppeta 08-02-2022

 

42.2314519, 14.3906361