Salta al contenuto principale
x
Le luci di Fontamara illuminano il mondo: nasce a Pescina il Parco Letterario Ignazio Silone

Le luci di Fontamara illuminano il mondo: nasce a Pescina il Parco Letterario Ignazio Silone

0
0

Da oggi la cultura abruzzese ha un nuovo gioiello da sfoggiare: alle 11.00 a Pescina si inaugura il "Parco Letterario Ignazio Silone"

Presso la Sala Consiliare in Piazza Mazzarino il sindaco di Pescina sottoscriverà questa mattina l'adesione al circuito dei Parchi Letterari.

Il Parco si snoderà lungo il centro storico sotto lo sguardo della imponente Torre Piccolomini dove, da una panoramica terrazza lo sguardo potrà spaziare sulla piana del Fucino, un percorso tematico ad hoc collegherà la Torre al vecchio campanile della cattedrale cinquecentesca di S. Berardo sotto le quali, per sua volontà, riposano le ceneri del grande scrittore marsicano e attraverserà i luoghi che raccontano la vita e le opere di Ignazio Silone come il teatro S. Francesco che ospita il Centro Studi Ignazio Silone,ed una sala conferenze, dove si svolge il Premio Internazionale a lui dedicato che richiama studiosi e scrittori da ogni parte d'Italia e d'Europa, che ospitano la biblioteca e l'archivio Siloniano, dono della moglie Darina, materiale, documenti e testimonianze, la Casa Museo di Ignazio Silone,  magnificamente restaurata ed inaugurata nel 2020. Nel percorso le antiche fontane di Pescina tra le quali la "Fonte Amara",  appoggiata ad un basso muro di pietra. Suggestiva sarà l'illuminazione dei luoghi simbolo del percorso come la Casa natale e la Torre Piccolomini.

Abbarbicata in piccola parte su un costone roccioso si estende sulla riva sinistra del fiume Giovenco, Pescina, il cui nome deriverebbe dal fatto che gli abitanti utilizzassero delle piscine riempite con le acque del fiume Giovenco per pescare le trote e cacciare le anatre, è una città di origini assai remote è nota in ambito internazionale per aver dato i natali a diversi personaggi illustri nei campi dell'arte, della politica e della letteratura tra i quali spicca Ignazio Silone (pseudonimo di Secondino Tranquilli, 1900-78), scrittore di fama internazionale e voce tra le più autorevoli del Novecento letterario, uno degli intellettuali italiani più conosciuti e letti in Europa e nel mondo intero. Politico, drammaturgo, giornalista e scrittore della libertà e degli umili è entrato e continua ad entrare in ogni casa sotto ogni latitudine, con il suo linguaggio semplice, profondo e universale. Nel 1930 scrive quello che sarà ritenuto il suo capolavoro letterario “Fontamara”, romanzo ambientato in un borgo montano simile a tanti in Abruzzo che divenne un successo mondiale, tradotto in oltre venti lingue di altrettanti paesi. Un viaggio a Parigi, Pane e vino, riveduta col titolo di Vino e pane, Il seme sotto la neve,  Una manciata di more, Il segreto di Luca, La volpe e le camelie, L'avventura di un povero cristiano, La speranza di suor Severina, Uscita di Sicurezza sono solo alcune delle sue più note produzioni letterarie.

Nel 2015 il CAI di Pescina ha inaugurato il sentiero escursionistico dedicato allo scrittore; il percorso, elaborato in seguito a un’intensa ricerca sul territorio della stessa Pescina e della Valle del Giovenco, è stato tracciato seguendo proprio i luoghi descritti meticolosamente dall’autore.

L. Toppeta 17-03-2022