Magazine

Palena tra i borghi più Belli d'Italia

"... il meglio che l’Italia nascosta ha da offrire al mondo"

Data:

08 novembre 2023

Tempo di lettura:

5 min

Argomenti
  • Borghi più belli d’Italia
  • Comuni d’Abruzzo
Veduta panoramica di Palena, Ph. Visiterredeitrabocchi

Descrizione

E' Palena il 26esimo Borgo più bello d'Italia in Abruzzo.

Un'attenta analisi dei territori candidati, tenendo conto di numerosi fattori e requisiti, come la qualità architettonica, la valorizzazione dei beni artistici e culturali, lo sviluppo, la promozione hanno portato all'ambito riconoscimento

Essere tra "I Borghi più belli d'Italia", cioè in un'Associazione che promuove soprattutto i piccoli centri italiani con 'spiccato interesse storico e artistico' è un traguardo notevole per Palena che, pur avendo già tanto 'di suo', sarà inserita in una vetrina importante e avrà grande collaborazione per il mantenimento del proprio inestimabile patrimonio.

Tra alture e boschi verdissimi, Palena sorge nell’alta valle dell’Aventino, nel Parco Nazionale della Majella. 
Appena arrivati, si respira un’atmosfera di benessere e relax. La natura lussureggiante, l’aria pulita, la tranquillità antica degli abitanti, tutto concorre a rendere il borgo un luogo di pace e bellezza.

Tra i suoi gioielli da visitare l'Eremo celestiniano della Madonna dell'Altare, probabilmente il primo luogo dove visse da eremita Pietro Angelerio, prima di prendere i voti tra il 1235 e il 1238, la Chiesa della Madonna del Rosario che custodisce all’interno preziose opere d’arte e un bellissimo organo settecentesco, il MOM Museo dell'Orso Marsicano del Parco nazionale della Majella, il Castello Ducale dell' XI secolo, il campanile settecentesco della Chiesa Parrocchiale, il Museo Geopaleontologico Alto Aventino, la Riserva Naturale Orientata Quarto Santa Chiara. 

Piatto tipico della gastronomia locale le sagne "stracciate"condite con pancetta di maiale soffritta e con formaggio pecorino. La sua semplicità ne ha fatto in passato il "piatto dei poveri".

 

Titolo del Paragrafo
Emozioni wild: il torrentismo
Immagine Paragrafo
Emozioni wild: il torrentismo
Descrizione Paragrafo

Il fiume Aventino attraversa il paese, creando splendide cascatelle e piccoli bacini d’acqua, in un gioco di luci e riflessi che incanta. Il fiume è un'importante palestra per la pratica del torrentismo, in particolare  tra giugno e fine ottobre. Con l'assistenza di guide ed operatori specializzati che accompagnano i ragazzi da 10 anni in su, si salta, si nuota e si cammina attraverso cascate e pozze, attraversando laghetti e scivoli,  lungo un tratto lungo circa 1 km, frequentatissimo da connazionali e stranieri, con un salto dai 3, 5 e 8 metri. Può essere praticato dai 10 ai 65 anni osservando gli animali che vivono nel Parco: daini, scoiattoli, caprioli, aironi, lontre vivono lungo le sue rive in paesaggi di grande bellezza caratterizzato da una natura incontaminata e a tratti selvaggia. Comodi sentieri conducono ai punti di accesso al fiume, spesso facilmente raggiungibili anche in auto.

Per la gioia dei più piccoli è presente l’Area Faunistica dell’Orso Marsicano dove vivere forti emozioni

Il borgo è conosciuto anche come "il paese delle orchidee" in quanto il Comune ha deciso di caratterizzarsi per le sue orchidee, con eventi tematici sotto l'egida del comitato scientifico del Parco Nazionale della Majella: allo stato attuale, le specie segnalate nel territorio del comune di Palena sono 64 tra specie e sottospecie, pari ad oltre il 60% di quelle presenti in Abruzzo e oltre il 35% di quelle italiane. 

A fine maggio si tiene ogni anno la manifestazione “Palena…nel Paese delle orchidee”,  dedicata alle orchidee spontanee che prevede diverse attività didattico-divulgative tra cui escursioni sui Siti di Interesse Orchidologico, seminari e laboratori, una mostra fotografica, visite guidate ai monumenti di Palena in una cornice di festa nel Centro Storico del Paese, con spettacoli, musica, attrazioni per i bimbi, esposizione di prodotti sul tema delle orchidee e prodotti tipici, stand gastronomici e non, artigiani al lavoro con gli antichi strumenti del mestiere.

Titolo del Paragrafo
Un viaggio in treno storico per raggiungere Palena e le sue bellezze
Immagine Paragrafo
Il treno storico della Ferrovia dei Parchi
Credits Immagine Paragrafo
ph Ivan Masciovecchio
Descrizione Paragrafo

Il treno storico della Ferrovia dei Parchi prevede tra le soste intermedie la stazione di Palena, immersa nel panoramico pianoro verde del Quarto di Santa Chiara. I viaggiatori potranno proseguire nella sosta prolungata presso l'Eremo Celestiniano della Madonna dell'Altare, antico monastero sorto sulla grotta di meditazione di Celestino V, ideale sia per momenti di relax nell'area verde circostante, sia per visitare il sito, raggiungibile dalla stazione con servizio navetta dedicato (10 min.).

Titolo del Paragrafo
I Borghi più Belli d'Italia
Immagine Paragrafo
I Borghi più Belli d'Italia
Descrizione Paragrafo

"L’Associazione “I Borghi più belli d’Italia” rappresenta il meglio che l’Italia Nascosta ha da offrire al mondo.

L’Associazione è nata nel 2002  con l’obiettivo di valorizzare e promuovere i piccoli centri che, forse grazie alla sua posizione periferica, hanno saputo proteggere e conservare la loro bellezza. Una bellezza creata e tramandata nei secoli.

I Borghi più belli d’Italia sono una prestigiosa organizzazione che raccoglie il meglio dell’immenso patrimonio storico, artistico e culturale dell’Italia meno conosciuta, così come le tradizioni enogastronomiche, le feste religiose e profane e i suoi paesaggi incontaminati. Oltre a censire le bellezze residue del nostro Paese, la rete serve a mettere in contatto le piccole comunità con esperienze di viaggio più aggiornate, il cosiddetto “turismo di prossimità”, attento alla cultura locale. Enfatizzando le qualità del borgo, il marchio “I Borghi più belli d’Italia” contribuisce in modo determinante alla sua valorizzazione. Molti dei borghi certificati dall’Associazione diventano ben presto mete turistiche d’eccellenza e acquistano una notorietà che altrimenti sarebbe stata molto difficile da raggiungere.

I Borghi più belli d’Italia costituiscono un grande museo a cielo aperto, il cui tratto distintivo è la Bellezza, intesa come “promessa di felicità”, come l’atmosfera che si sprigiona da un paesaggio o il fascino del tempo che passa. Dai villaggi-fortezza ai borghi medievali, dai borghi di mare a quelli di montagna, dai castelli ai villaggi rurali: la scelta è infinita. I borghi hanno un ritmo più lento rispetto alle città, sono luoghi in cui è possibile percepire il fluire delle stagioni e l’equilibrio tra uomo e natura, e trascorrere del tempo insieme alle comunità locali, che hanno fatto dell’ospitalità e del buon vivere il loro tratto distintivo"

Con l'ingresso di Palena, in Abruzzo arrivano a 26 i Borghi più Belli d'Italia dei quali fanno già parte Abbateggio, Anversa degli Abruzzi, Bugnara, Campli, Caramanico Terme, Casoli, Castel del Monte, Castelli, Città Sant’Angelo, Civitella del Tronto, Crecchio, Guardiagrele, Navelli, Opi, Pacentro, Penne, Pescocostanzo, Pettorano sul Gizio, Pietracamela, Pretoro, Rocca San Giovanni, Santo Stefano di Sessanio, Scanno, Tagliacozzo, Villalago.

Destinazioni correlate

Ultimo aggiornamento

24/01/2024, 09:34

Pubblicato da Laura Toppeta