Salta al contenuto principale
x

Paglieta

Dove si trova:

Paglieta è un Comune della Provincia di Chieti, situato nella Val di Sangro.

 

Perché visitarlo:

Le origini del paese sono molto antiche: dapprima avamposto Frentano, poi colonia romana, il centro storico del paese è ricco di testimonianze di storia, di arte e di cultura.

 

Cosa vedere:

  • la Chiesa di San Canziano è la chiesa madre del paese, risalente al XII secolo, rimaneggiata nel XIX secolo;

  • la Chiesa di San Rocco, costruita nel XVI secolo, con rimaneggiamenti del XIX secolo;

  • il perimetro murario medievale del borgo antico di Castrum Palletae, una vera e propria testimonianza storica di un certo rilievo;

  • la Torre della Porta di Paglieta della chiesa di Santa Maria Assunta;

  • il Torrione medievale, anticamente parte della cinta muraria (attualmente adibita ad abitazione);

  • Palazzo Mariani, costruzione fatta risalire tra l’Ottocento ed il Novecento.

 

Cosa mangiare:

A Paglieta si può assaporare la cucina tipica della provincia di Chieti come i maccheroni alla chitarra, conditi con ragù misto di carne di manzo, maiale o agnello; le cosiddette rape strascinate, ossia rape prima ammollate in acqua fredda, poi bollite con l’aglio rosolato e ripassate in padella con olio e peperoncino a volontà; i fiadoni sono una delle ricette più annotate e preparate dalle famiglie della provincia di Chieti. Si tratta di rustici a forma di ravioli preparati con un impasto di uova, olio, vino bianco e farina, con un ripieno a base di vari formaggi, principalmente quelli a pasta dura come rigatino e pecorino, uova e spezie diverse.

 

Sito web:

https://comune.paglieta.ch.it/webpaglieta/

Foto pubblico dominio

Provincia: Chieti

CAP: 66020

Prefisso: 0871

Altitudine: 235

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.1633691, 14.4977353

Tra le piu' tranquille stazioni balneari del Chietino, Torino di Sangro Marina sorge sul litorale a est della foce del Sangro. Nell'interno (9 km dalla Marina) e' il capoluogo, dove merita una visita la parrocchiale cinquecentesca di S. Salvatore. La strada che sale al paese attraversa uno dei piu' suggestivi boschi costieri dell'Abruzzo.