Salta al contenuto principale
x

Parapendio

Giorni primaverili e leggere brezze sono lo scenario ideale per cimentarsi in uno sport davvero emozionante: il parapendio, ma, in generale, è possibile praticare questa disciplina anche in assenza di vento, sfruttando le correnti ascensionali di aria calda.

A differenza di quel che si può immaginare non si tratta di uno sport estremo, nè richiede un fisico atletico, ma necessita tuttavia di un buon grado di concentrazione, praticabile anche da chi soffre di vertigini.

E' un mezzo di volo molto leggero, un paracadute orientabile a forma rettangolare, adatto per il decollo da terra che consente una durata di volo anche di alcune ore, comodamente seduti.

Permette di viaggiare per chilometri godendo di spettacolari panorami dall'alto e consentendo atterraggi dolci in tutta sicurezza.

L'introduzione abbastana recente del parapendio a motore permette di sorvolare anche zone pianeggianti e in assenza totale di vento.

In Abruzzo le aree di volo più conosciute sono quelle di Campo Imperatore, che rendono possibili arditi voli da 2.100 metri di altitudine, il Panettone di Rocca Calascio che permette il decollo da una piana a circa 400 metri di altezza, mentre da Tocco da Casauria, nel Parco della Majella, il volo può iniziare da una quota di 625 m.

LT: 14/04/2020

immagine: Talina Wong cc-by-nd/2.0