Salta al contenuto principale
x
Pietracamela

Sotto il maestoso Gran Sasso a respirare bellezza...

0
0

Entrando a Pietracamela abbiamo l’impressione di uscire da qualsiasi tempo” (Va' Sentiero)

Pietracamela, uno dei Borghi più belli d'Italia, è immerso nella natura e posto a 1030 metri d'altitudine, arroccato sulle pendici del Corno Piccolo del massiccio del Gran Sasso nell ’area protetta del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e si presenta in tutta la sua maestosa bellezza non appena si percorrono alcuni chilometri dal bivio di Intermesoli che si incontra salendo dal ponte sul Rio Arno (ss 80).

Il bellissimo centro montano è reso unico dalle caratteristiche abitazioni in pietra, dalle piccole “viuzze” che percorrono il paese e dalle deliziose chiesette in stile romanico, ricche di tesori artistico-religiosi. Dal paese si gode di uno scenario di incomparabile bellezza: i Monti della Laga con le loro foreste ricche di acque che scendono copiose a valle, il maestoso Gran Sasso con il Corno Grande e le sue cime aguzze e le pareti verticali, i ghiacciai e tutte le meraviglie della montagna. Da Pietracamela partono bellissimi sentieri: alle sorgenti del Rio Arno, alla Madonnina del Gran Sasso, al Rifugio Franchetti, si raggiunge facilmente anche la stazione sciistica di Prati di Tivo, nell'affascinate faggeta vetusta dell'Aschiero e delle Mandorle e lungo le pendici del Corno Piccolo e del Rio Arno, la più famosa stazione invernale del Gran Sasso d'Italia (1450-2000 m.), con impianti di risalita e buone attrezzature alberghiere. Un sentiero attraverso il bosco porta in 45 minuti alla frazione di Intermesoli, che ha alcune case del XVI sec. e una chiesa con portale in pietra e altare ligneo barocco. Da Intermesoli facili escursioni nella stupenda Valle Venacquaro. Altri sentieri portano a Tossicia, a Cerqueto, ad Assergi, costeggiando fiumi, percorrendo boschi, vallate pietrose, piani erbosi, mulattiere, sentieri dei pastori .

Dalla piazza si scorgono le sagome festose dei camosci. Qui, 30 anni fa, fu istituita nel 1991 la prima area protetta del camoscio appenninico abruzzese sul Gran Sasso,  con l'obiettivo di ricreare un ambiente idoneo alla reintroduzione della specie nella Riserva e, nel 1992 arrivarono i primi esemplari dal Parco Nazionale d'Abruzzo. La Riserva gestita dal CAI, si estende per circa 2.000 ettari abbracciando il Corno Grande, il ghiacciaio del Calderone, il Corno Piccolo, Campo Pericoli, la Val Maone e la valle del Rio Arno nel territorio del comune di Pietracamela (Te). All'interno della riserva la conca di Campo Pericoli ospita i resti delle antiche grotte pastorali. 

Il territorio della Riserva alterna pareti rocciose e ripidi pendii dove giocano i camosci, prati ed aree boschive con ricco sottobosco con presenza di licheni, stelle alpine appenniniche, genepì, genziane e pulsatille. Nella riserva nidificano l'aquila reale e il Gracchio corallino.

Nel borgo case medioevali, edicole, icone, antiche iscrizioni spagnole, sculturine del patrono San Leucio, la Chiesa di S. Leucio, costruita nel 1780 e più volte consolidata per le precarie condizioni del terreno. Nei pressi della chiesa la Casa Torre che anticamente era utilizzata come torre di avvistamento, la Chiesa di San Giovanni (1432), circondata da case i cui portali recano date dal 1471 al 1616, Casa Signoretti, antica dimora che reca due finestre bifore con colonnine tortili, sormontate da un architrave sul quale posto in rilievo il probabile simbolo dei cardatori di lana, San Rocco, piccola chiesa costruita nel 1530 in occasione della peste che si abbatte sulla cittadinanza.

La gastronomia locale propone piatti antichi e gustosissimi come lo spezzatino di capra, i caratteristici ravioli di Pietracamela , antipasti con sedano e cacio marcetto,“U cavciaun”, ossia la “pasta non lievitata” cotta e cosparsa di zucchero , “U mstrariegl”, ossia “mostarello”, un dolce a forma di uomo chiamato anche “cornutello” per via delle corna che lo caratterizzerebbero, oltre ai prodotti del bosco come funghi e castagne.

Laura Toppeta 16-12-2022

immagine Pietracamela tra i rami innevati di RossoGialloBianco con licenza CC BY-NC-ND 2.0

 

42.5233193, 13.553981