Salta al contenuto principale
x

Torricella Peligna

Distante dal capoluogo (Chieti) 57 km., è una località molto frequentata per la posizione (si trova a 901 metri s.l.m.) e per l'ampio panorama che spazia dalla Majella fino al mare Adriatico. Sorge su un territorio di alta collina, tra le valli dei fiumi Sangro e l'Aventino. Sepolture italicche, venute alla luce nelle campagne circostanti, e la scoperta della tomba di un guerriero con relativo corredo (conservato presso il Museo Archeologico Nazionale di Chieti) databile anteriormente al VI sec. a.C., fanno ipotizzare una frequenza del territorio già nel periodo protostorico. Le origini del borgo sono collegate all'esodo di una parte della popolazione dell'antica Juvanum, città frentana che ebbe importanza sin dalle guerre sannitiche. Il nome di origine medioevale deriva dall’unificazione di Turris e Cella che stava a indicare una piccola chiesa rurale con relativa azienda agricola. Notizie certe si hanno però a partire dal XII secolo. Appartenne agli Orsini, conti di Manoppello e nel XVIII secolo i marchesi Celaia di Chieti. Da visitare il santuario della Madonna del Roseto, la chiesa di San Giacomo Apostolo, la  zona archeologica Juvanum. La cittadina ospita il Museo territoriale, con un'interessante raccolta di reperti archeologici rinvenuti nel territorio comunale a ridosso della zona di Juvanum. All'interno del museo è esposta in una teca in vetro climatizzata, una mummia settecentesca venuta alle luce durante i lavori di restauro della chiesa parrocchiale. Torricella Peligna dispone di strutture ricettive e di ristorazione. E’ luogo di partenza per escursioni nel territorio del Parco Majella e nelle località degli Altipiani Maggiori.

 

 

Provincia: Chieti

CAP: 66019

Prefisso: 0872

Altitudine: 901

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.0237281, 14.2602515

Il gesso, oltre a costituire una grande valenza di carattere geologico e speleologico, presenta un eccezionale valore culturale per molti centri della vallata dell'Aventino. A Gessopalena si manifesta nei suoi aspetti più complessi e spettacolari, in quanto l'utilizzo di questa pietra nell'edilizia ha dato vita ad un vero e proprio borgo.