Salta al contenuto principale
x
santa maria a tricalle chieti

Un tempio di cultura: il restyling di Santa Maria a Tricalle

0
0

La ex-chiesa di Santa Maria a Tricalle,  uno degli esempi più interessanti in Abruzzo di tempio a pianta centrale, si trova nella "Tribus Callis",  all'incrocio di tre strade maestre.

Edificata nel 1317, probabilmente sui resti di un tempio pagano dedicato a Diana "Trivia", la chiesa fu riedificata e trasformata nel XV secolo, e poi ancora nel 1879.

Divenne chiesa cimiteriale per i condannati a morte alla fine del XVIII secolo. L'edificio di culto, a pianta ottagonale in laterizio, conserva della costruzione trecentesca resti del porticato, che dava accesso all’edificio sacro, ed il semplice portale a sesto acuto in cotto sul quale vi è una lunetta decorata con un affresco raffigurante una “Madonna con Bambino”. Le arcatelle in laterizio che definiscono la cornice di coronamento su cui poggia la cupola confermano il riferimento a una presunta “Scuola Lombarda”. 

La cupola è anch’essa totalmente in mattoni ed è sormontata da una torretta cilindrica che alloggia superiormente una croce in ferro. La superficie interna della volta è intonacata, tranne i costoloni in mattoni a vista che si indirizzano verso l’elemento circolare centrale.

La Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le province di Chieti e Pescara ha siglato un accordo per la gestione di questo patrimonio culturale identitario del patrimonio storico e archeologico di Chieti, per ottimizzarne la valorizzazione, l'accessibilità e la fruibilità ed incrementare lo sviluppo del comparto turistico e culturale.

L’intervento sarà realizzato a cura della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio con un finanziamento di 136.000 euro. Per la soprintendente Rosaria Mencarelli " la ripresa e lo sviluppo del sito di Santa Maria del Tricalle, che costituiscono la finalità del partenariato, si inseriscono strategicamente nel contesto di una visione di sviluppo integrato dell'area urbana, tramite l'innalzamento del sistema turistico-culturale teatino al pari dei più moderni siti e poli culturali del Paese".

Il progetto, che sarà ultimato a fine agosto 2021, creerà accessi idonei ai portatori di disabilità con l'eliminazione delle barriere architettoniche e un'area verde attrezzata all'esterno per eventi culturali. Un nuovissimo e moderno impianto di illuminazione renderà i luoghi di maggiore fascino ed un innovativo sistema di riscaldamento ne garantirà la fruizione ottimale anche nei mesi invernali.

L. Toppeta 26-04-2021

 

42.3614204, 14.1672784